HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Cos'è il tirocinio, detto anche "stage"?

Area legale: Diritto del lavoro
Avvocato Accanto

Il tirocinio formativo consiste in un periodo di formazione realizzata attraverso l’inserimento del tirocinante (detto anche “stagista”) all’interno di un’organizzazione produttiva (ad esempio uno stabilimento, uno studio professionale oppure una società) per fare in modo che questi acquisisca delle competenze pratiche che diversamente non potrebbe reperire attraverso il solo studio teorico.

In quest’ottica lo stage può essere considerato un momento proficuo di collegamento tra il sistema scolastico e formativo (anche universitario) ed il mondo del lavoro.
Lo stage è riservato a chi ha assolto l’obbligo scolastico, che si considera adempiuto una volta compiuti i sedici anni se la scuola è stata frequentata almeno per dieci anni.

Esistono diverse tipologie di tirocinio/stage a seconda delle finalità, delle categorie di soggetti interessati, degli enti proponenti.

 

Tirocinio curriculare

Detto tirocinio è previsto nei piani di studio degli istituti scolastici e delle università a favore dei propri studenti e allievi frequentanti, per realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro.

Destinatari: studenti che frequentano la scuola secondaria, studenti universitari, studenti che frequentano corsi di diploma universitario, dottorati di ricerca o corsi di perfezionamento e specializzazione post-secondari.

Durata: massimo 4 mesi per gli studenti di scuola secondaria, massimo 12 mesi per gli altri.

 

Tirocini formativi e di orientamento

Sono quei tirocini finalizzati ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nella transizione scuola lavoro mediante una formazione a contatto diretto con il mondo del lavoro.

Destinatari: neodiplomati e neolaureati di I e di II livello entro e non oltre i 12 mesi successivi al conseguimento del titolo.

Durata: massimo 6 mesi

 

Tirocinio di inserimento/reinserimento nel mercato del lavoro

Tale tirocinio è finalizzato a percorsi di recupero occupazionale.

Destinatari: inoccupati o disoccupati, inclusi lavoratori in mobilità, e lavoratori in cassa integrazione sulla base di specifici accordi.
Durata: massimo 12 mesi

 

Tirocini formativi e di orientamento o di inserimento/reinserimento al lavoro in favore di disabili, persone svantaggiate, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale 

Durata: massimo 24 mesi per i disabili, massimo 12 mesi per persone svantaggiate

Per realizzare un tirocinio formativo è necessaria una convenzione tra ente promotore e soggetto ospitante corredata da un progetto formativo redatto dal datore di lavoro che contiene indicazioni sulla durata, l'orario di lavoro, la posizione assicurativa, nonché su obiettivi, modalità, facilitazioni, obblighi e impegni del tirocinante.

Gli enti promotori possono essere: università, scuole superiori (pubbliche e private), provveditorati agli studi, agenzie per l'impiego, centri pubblici di formazione professionale e/o orientamento, fondazioni dei consulenti del lavoro, comunità terapeutiche e cooperative sociali, servizi di inserimento lavorativo per disabili, istituzioni formative private non a scopo di lucro.

Mentre il soggetto ospitante può essere un’azienda, uno studio professionale, una cooperativa, enti pubblici etc

Sia il soggetto promotore che l'ospitante dovranno prevedere un tutor/referente per seguire il tirocinante nel corso dell'esperienza.

Al termine dell'esperienza, è previsto il rilascio di un'attestazione delle competenze.

Tutti i tirocinanti devono percepire un'indennità di partecipazione non inferiore a 300 euro lordi mensili; l'indennità non viene corrisposta ai fruitori di ammortizzatori sociali. La percezione dell'indennità non comporta la perdita dello stato di disoccupazione eventualmente posseduto dal tirocinante.

 

 (il presente contenuto costituisce esclusivamente un’informativa di massima, che non ha pretese di esaustività, e che in ogni caso non sostituisce l’intervento e la consulenza di un avvocato)

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli collegati

Il contratto di agenzia: cosa è e come funziona. Breve guida
Leggi >
Professione Influencer: problemi e aspetti legali. Intervista a Martina Luchena
Leggi >
Lavoro e Covid 19: le novità
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280