HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Come si ottiene il risarcimento dei danni (indennizzo)?

Area legale: Infortunistica e incidenti stradali
Avvocato Accanto

Come si ottiene il risarcimento dei danni (indennizzo)?

Il risarcimento dei danni derivanti dall’incidente stradale si può ottenere mediante due strade: la procedura di Risarcimento Diretto (quando possibile) o tramite la procedura di risarcimento dei danni “ordinaria”.

 

Cos'è la procedura Risarcimento del danno / Indennizzo diretto?

Con la procedura del Risarcimento o Indennizzo Diretto, l’assicurato proprietario/conducente del veicolo coinvolto nell’incidente stradale può ottenere il risarcimento dei danni materiali e fisici direttamente dalla propria assicurazione.

 Il Risarcimento dei danni Diretto si applica solo se:

  • l’incidente stradale è avvenuto in Italia;
  • l’incidente stradale ha coinvolto due soli veicoli a motore immatricolati in Italia o nella Repubblica di san Marino o nello Stato del Vaticano;
  • i veicoli coinvolti nell’ incidente stradale sono assicurati per la RCA con assicurazioni operanti in Italia;
  • i veicoli sono riconosciuti tramite il modulo blu di constatazione amichevole, firmato da almeno un conducente.

Per ottenere il risarcimento del danno diretto l’assicurato deve:

  • trasmettere alla propria assicurazione il modulo blu di constatazione amichevole;
  • indicare alla propria assicurazione dove si trova il veicolo danneggiato nell’incidente stradale per il poterlo fare periziare;

La compagnia assicuratrice deve presentare una proposta di risarcimento del danno entro:

  • 30 giorni, se il modulo blu di constatazione amichevole è stato firmato da entrambe le parti coinvolte;
  • 60 giorni, se il modulo blu di constatazione amichevole non è stato firmato da entrambe le parti coinvolte;
  • 90 giorni, per lesioni fisiche alle persone.

Se l'assicurato accetta la proposta economica formulata dall'assicurazione relativa al risarcimento del danno, allora quest’ultima dovrà pagare l'importo pattuito entro 15 giorni.

Se l'assicurato non è soddisfatto dell'offerta di risarcimento del danno formulata oppure se l'assicurazione non propone nulla entro i tempi stabiliti, allora sarà possibile reclamare i propri diritti, affidandosi anche a un avvocato, se fosse necessario.

Cos'è la procedura ordinaria di risarcimento del danno?

Quando un incidente non rientra nell’ambito del Risarcimento del danno Diretto, si deve seguire la procedura di risarcimento del danno ordinaria.

In tal caso, il danneggiato deve inviare all’assicurazione del veicolo responsabile dell’incidente stradale la richiesta di risarcimento dei danni subiti, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

 

Cosa si deve scrivere nella richiesta di risarcimento del danno?

La lettera di richiesta di risarcimento del danno, inviata a mezzo raccomandata, deve contenere:

- Per i danni a cose, una copia del modulo blu o, in mancanza, una descrizione precisa dell’incidente stradale: il luogo e l’ora in cui l’incidente stradale è avvenuto; la dinamica dell’incidente stradale; i dati del conducente e del proprietario del veicolo; i dati identificativi dei veicoli coinvolti (targa, marca, modello) se disponibili; la denominazione delle assicurazioni dei mezzi coinvolti; nel caso in cui siano intervenute autorità di pubblica sicurezza i loro estremi. Inoltre si deve indicare il luogo e i tempi utili in cui le cose sono a disposizione dell’assicuratore per la perizia dei danni alle cose.

- Per i danni alla persona danneggiata, si deve indicare, oltre ai suoi dati anagrafici, l’entità delle lesioni fisiche subite, allegare l’attestazione medica comprovante l’avvenuta guarigione e, in caso di decesso, il certificato di morte.

 

Quali sono i tempi di prescrizione della richiesta di risarcimento del danno?

Per il risarcimento del danno prodotto dalla circolazione dei veicoli, il diritto si prescrive in 2 anni. Occorrerà, pertanto, formalizzare la richiesta di risarcimento del danno non oltre i 2 anni dalla data dell’incidente stradale. Se necessario, bisogna rinnovare la richiesta di risarcimento del danno entro i 2 anni sempre a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

 

E’ sempre opportuno rivolgersi al proprio avvocato o notaio di fiducia per ottenere una consulenza legale che consenta di orientarsi verso la soluzione migliore per il proprio caso specifico.

 

Articoli collegati

Cosa fare in caso di incidente stradale?
Leggi >
Incidente stradale: la determinazione e quantificazione dei danni
Leggi >
Casistica: risarcimento del trasportato, veicolo straniero etcc.
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280