HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
COME REVOCARE L'AMMINISTRATORE CONDOMINIALE?
Condominio | (16/03/2021)

Buongiorno, qualora l'amministratore commetta un errore contabile imputando costi ad un condomino palesemente errati (es. vero: richiesta di 1200 di conguaglio, dopo verifiche si passa a 750 euro) è passibile di revoca? Grazie mille.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Serena Mineo
Risposta del 16/03/2021

Rispondendo sinteticamente al Suo quesito, il caso descritto, di per sè, non è motivo di revoca. Naturalmente, poichè l'incarico di amministratore ha durata annuale, con una votazione dell'assemblea sarebbe possibile procedere alla revoca. 

L'art. 1129 c.c. disciplina la nomina, la revoca e gli obblighi dell'amministratore, individuando anche i casi in cui un solo condomino può chiedere la revoca dell'amministratore. 

In particolare, la revoca dell'amministratore può essere disposta dall'assemblea condominiale, con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e la metà del valore dell'edificio (art. 1136 c.c.). 

Nei soli casi previsti dalla normativa (art. 1129 c.c.) la revoca può essere richiesta anche dal singolo condomino, rivolgendosi all'assemblea condominiale, o all'Autorità giudiziaria. Ciò può avvenire, ad esempio, quando l'amministratore non renda il conto annuale della gestione; quando non convochi l'assemblea per l'approvazione del rendiconto annuale; quando l'amministratore non dà esecuzione alle delibere assembleari; quando l'amministratore non apre e non utilizza il conto corrente condominiale, o gestisce il patrimonio del condominio in modo da confonderlo con il proprio patrimonio personale. 

Pertanto, il solo errore nel conteggio delle somme dovute da un singolo condomino, se non è accompagnato da irregolarità nella gestione del condominio, non è motivo di revoca su richiesta di un solo condomino. Naturalmente, poiché l'assemblea condominiale deve essere convocata almeno una volta l'anno, in quella sede potrà discutersi della revoca dell'amministratore, che potrà essere decisa con una votazione a maggioranza, che rappresenti la metà del valore dell'edificio.

Diversamente, se l'errore sulle somme richieste è connesso ad una gestione del condominio non trasparente e non regolare, con l'assistenza di un legale di Sua fiducia, potrebbe valutare il ricorso all'Autorità giudiziaria per ottenere la revoca dell'amministratore.  

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280