HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
COMPRO L'AUTO ELETTRICA. POSSO RICARICARLA IN CONDOMINIO?
Condominio | (26/01/2021)

Vorrei installare una wallbox all’interno del mio box. Dopo sopralluogo tecnico mi è stato detto che è possibile installarla alimentandola con un cavo elettrico che parte dal mio contatore e arriva al box (entrambi situati al piano -1 e distanti 15/20 metri) praticando due fori (un foro di passaggio dal corsello box alla parete adiacente alla porta del locale contatori, il secondo foro di passaggio per entrare nel locale contatori). Ho informato l’amministratore di condominio il quale ha detto che per poter effettuare i lavori (fare 2 buchi e stendere un cavo), dovendo passare su parti comuni è necessario discutere tale argomento in assemblea condominiale. Nel caso specifico c’è bisogno di una discussione/delibera condominiale? Se si, possono negarmi l’autorizzazione a procedere? Cosa prevede esattamente la normativa in materia? Se non dovessi riuscire a installare la wallbox, non avrebbe molto senso avere un’auto elettrica senza possibilità di caricare la batteria. Grazie.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Serena Mineo
Risposta del 26/01/2021

Rispondendo sinteticamente al Suo quesito, se non si tratta di lavori invasivi, che potrebbero escludere un uso analogo da parte di altri condomini, allora è possibile eseguire i lavori senza la preventiva autorizzazione dell'assemblea condominiale.   

L'art. 1102 c.c. disciplina l'uso delle parti comuni in condominio, consentendo che ciascun condomino faccia uso della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di fare eguale uso della cosa comune. Secondo l'interpretazione comune in giurisprudenza il condomino può fare uso delle parti comuni dell'edificio. Tale uso, però, oltre a non arrecare danno al decoro e alla sicurezza dell'edificio, non deve modificare la destinazione d'uso della cosa comune.

Ad esempio, non è possibile delimitare un'area condominiale per farvi un giardino privato. Altresì, non deve essere impedito agli altri condomini la possibilità di fare analogo uso del bene comune, anche in futuro. 

Tuttavia, devono tenersi in considerazione eventuali esclusioni o limitazioni contemplate dal regolamento di condominio.

Venendo al Suo caso, se il regolamento di condominio non esclude un tale uso dei beni e servizi comuni, destinati alla ricarica dell'auto elettrica, i lavori devono essere eseguiti a regola d'arte, nel rispetto delle normative vigenti, senza arrecare danno o pregiudizio al decoro o alla sicurezza dell'edificio. Altresì, devono essere eseguiti in modo da non escludere che, anche in futuro, altri condomini possano fare un uso analogo del bene comune.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280