HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Può essere evitato il protesto di un assegno bancario?
Diritto bancario | (28/09/2018)
Buon giorno ho un problema con la mia banca che vuole farmi protestare un assegno mentre ho visto che il protesto non è piu obbligato cosa posso fare grazie
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 28/09/2018

Nel 2012 è stato siglato un accordo tra le principali Banche italiane, con il beneplacito della Banca d'Italia,finalizzato ad eliminare le procedure di protesto per gli assegni bancari.

Questo a causa delle consistenti spese e delle gravi conseguenze in capo al protestato, stante il numero crescente di insolvenze dato il particolare momento di congiuntura. Quali sono i presupposti di questo nuovo modus operandi? Sono venute a mancare le categorie dei "giranti", perchè le Banche consegnano ai loro correntisti carnet con assegni su cui è apposta la clausola di non trasferibilità. Le Banche non sono pertanto obbligate a procedere al protesto dell'assegno andato insoluto.

Il D.L.6 dicembre 2011 n.201 convertito nella Legge 22/12/2011 n.214 ha stabilito che gli assegni bancari e postali emessi per importi superiori a 1000 euro debbano avere obbligatoriamente la clausola di non trasferibilità, unitamente all'indicazione del beneficiario. Ciò al fine di prevenire il riciclaggio di danaro.

Contrariamente a quanto avveniva in passato, al correntista viene consegnato un libretto di assegni personali e non traferibili. L'introduzione di tale normativa costituisce un deterrente al riciclaggio di danaro sporco, causa i continui passaggi da un c/c all'altro mediante girata, rendendo così difficoltosa la tracciabilità del danaro di provenienza mafiosa o illegale. Se Ella ritiene che la Sua situazione si identifica con quanto sopra esposto potrà rivolgersi alla Banca adducendo tali argomentazioni.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280