HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
posizione a sofferenza. Blocco dei rapporti?
Diritto bancario | (27/10/2018)
Chiusura c.c. bancario per sofferenza 2 mesi che non prendo lo stipendio accreditato lo possono fare ?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 27/10/2018

Il T.U.B. afferma che i principi della correttezza e della buona fede devono essere sempre presenti nella gestione dei contratti bancari.

La violazione di tale principio costituisce di per sè un inadempimento e può comportare l'obbligo di un risarcimento del danno che ne sia derivato. Si parla pertanto di prassi bancaria inadeguata e di pratiche scorrette, in grave contrasto con quanto stabilito dagli artt.1175,1337,1366,1375 c.c.

Ciò premesso, non sappiamo con precisione per quale motivo la sua posizione è stata passata a sofferenza, con le conseguenti segnalazioni alla CRIF ed il blocco dei rapporti, ma se la situazione è questa occorre adoperarsi per una composizione bonaria della vertenza, che possa portare a sbloccare quantomeno il rapporto di c/c.

 

Team Avvocato Accanto

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280