HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Ho rassegnato le dimissioni senza rendermi conto delle conseguenze: posso revocarle?
Diritto del lavoro | (28/01/2019)
Dipendente asl firmato il 6/09dimissioni lavoro x opzione donna(1gg di pensione 31 dicembre 018) essendo in possesso di un certificato malattia dal 15/7 al 3/9 per sindrome depressiva post traumatica appellandomi al fatto che non ero in condizioni di discerenere in modo corretto la scelta ,posso chiedere il reintegro e accedere a quota 100
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 28/01/2019

In base all’orientamento della Corte di Cassazione, le dimissioni possono essere annullate, se nel momento in cui sono state rassegnate, il lavoratore si trovava in uno stato di turbamento psichico, tale da impedire la formazione di una volontà consapevole e ledere la sua capacità di autodeterminazione e di comprensione dell’atto che stava compiendo, (Cassazione, sentenza 21.11.2018, n.30126).

L’annullamento delle dimissioni del lavoratore pubblico, comporta la riammissione in servizio nella forma della costituzione di un nuovo rapporto di lavoro, da cui decorrerà l’anzianità ai fini giuridici, economici e previdenziali.

Una volta ricostituito il rapporto, fermi restando gli attuali requisiti e presupposti normativi, sarà possibile accedere alla pensione anticipata nella formula “quota 100”.

Avvocato Antonella Martufi

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280