HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
A quanto può ammontare l'indennizzo in caso di licenziamento?
Diritto del lavoro | (21/03/2019)

Buonasera, chiedo cortesemente se possibile chiedere un'informazione a riguardo un licenziamento dal lavoro. Premetto che mi sono iscritta alla CGIL per mettermi al sicuro e ho impugnato il licenziamento, la titolare vuole pagarmi solo 2 mensilità io non sarei molto daccordo, sono stata assunta nel 200.. fino a oggi Il licenziamento è avvenuto per chiusura reparto, ma la ditta è aperta. Volevo chiedere un consiglio a riguardo i miei diritti di buonauscita, se posso avere diritto a più mensilità? Rimango in attesa di un suo riscontro.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 21/03/2019

Per rispondere al Suo quesito è necessario, in prima battuta, conoscere il requisito dimensionale dell’azienda per la quale lavora.

Infatti, posto che il Suo licenziamento sembrerebbe disciplinato dalla normativa Fornero, e non dall’attuale disciplina del Job Act, bisognerebbe differenziare l’ipotesi di società al di sotto dei 15 dipendenti, rispetto alla società al di sopra dei 15.

Gli indennizzi ipotizzabili, infatti, sono diversi.

Ponendo come riferimento una azienda con meno di 15 dipendenti, se il Suo licenziamento non fosse legittimo in quanto non sussistente il giustificato motivo oggettivo (chiusura del reparto e impossibilità di ricollocamento della Sua figura), la “forchetta” dell’indennità andrebbe dalle 2,5 mensilità alle 6.

In questo caso, pertanto, l’offerta presentata sarebbe leggermente al di sotto del minimo, ma non sarebbe totalmente sproporzionata (anche se sicuramente da trattare al rialzo, per quanto possibile).

Nel caso di una azienda con oltre 15 dipendenti, invece, l’indennizzo minimo sarebbe ipoteticamente più alto e le due mensilità proposte potrebbero rivelarsi davvero esigue.

Tenga presente, in ogni caso, che se il giustificato motivo dovesse effettivamente rivelarsi fondato, non si avrebbe diritto ad alcuna indennità (anche se, come giustamente ha fatto, si consiglia sempre di impugnare il licenziamento e trattare con l’azienda).

Avvocato Egidio Rossi

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280