HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Il datore di lavoro mi fa usare mascherine di cotone e mi impone di rasarmi. Lecito?
Diritto del lavoro | (07/04/2020)

Al lavoro hanno fornito delle "mascherine" di cotone come protezione dal contagio da Covid-19. L'etichetta riporta la dicitura "copri bocca da passeggio", non sono veri e propri DPI. Può il datore di lavoro obbligarmi a rasarmi senza alcuna necessità oggettiva? Hanno divulgato un pdf interno con le "regole" in cui si dice che gli uomini devono rasarsi, ma è un provvedimento unilaterale ingiustificato! 

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Egidio  Rossi
Avvocato Egidio Rossi
Risposta del 07/04/2020

Occorre premettere che l'art. 16 del Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020 (il c.d. Decreto "Cura Italia") prevede che, ai fini di prevenire il contagio da COVID-19, tutti i soggetti presenti sul territorio nazionale sono autorizzati all'utilizzo di mascherine filtranti prive del marchio CE e prodotte in deroga alle vigenti norme sull'emissione in commercio.

In sostanza il legislatore ha previsto una deroga all'utilizzo di mascherine conformi alla legge proprio al fine di contrastare, per quanto possibile, il contagio.

Addirittura l'ultima ordinanza della regione Lombardia ha previsto, come alternativa alla mascherina, l'utilizzo di ogni altro materiale che possa essere utile a coprire bocca e naso (sciarpe, ad esempio).

Di conseguenza ritengo che l'azienda si sia mossa nell'ambito delle disposizioni di legge, compatibilmente con lo stato di emergenza e, soprattutto, con la difficoltà di reperire sul mercato le mascherine conformi (fermo restando che si dovrà comunque operare per reperire le mascherine conformi).

Quanto all'obbligo di rasatura ritengo che, probabimente, proprio in quanto dispositivi di protezione non propriamente idonei ad eliminare il rischio, ai fini di un più efficace utilizzo sia opportuna questa pratica (evidentemente su indicazioni tecniche del produttore).

Se si volesse fare un parallelismo con la disciplina sull'utilizzo dei dispositivi di protezione previsti dal D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico sicurezza sul lavoro), il datore di lavoro è tenuto ad indicare le istruzioni pratiche su come far utilizzare i DPI ai lavoratori, i quali sono tenuti, a loro volta, a rispettare tali indicazioni di utilizzo.

Avvocato Egidio Rossi 

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280