HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Riconoscimento di mansioni superiori: come richiederlo?
Diritto del lavoro | (31/05/2018)
Buonasera, avrei bisogno di un consulto circa un problema relativo al mio inquadramento professionale. Lavoro in una società con contratto Settore Elettrico. Il mio inquadramento è ASS, ovvero il livello prima del QUADRO. Da maggio 2016 sono responsabile di una funzione, a diretto riporto del CAPO di Divisione (per intenderci ho una casella in organigramma a diretto riporto del Direttore di Divisione) con gestione di 2 risorse. Vorrei avere conferma che il livello di Quadro mi spettava di diritto, e se devo fare un esposto anche per gli anni precedenti, Ovviamente vorrei evitare di fare un esposto, ma se potete darmi un consulto su come far presente il mancato riconoscimento, sempre nel caso mi confermiate che sia un mio diritto che mi sia riconosciuto il Livello di Quadro. Grazie in anticipo per l' attenzione Maria Elena De Biasi
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Egidio Rossi
Risposta del 31/05/2018

Per rispondere al Suo quesito occorre premettere che, sulla base di un recente orientamento della Corte di Cassazione "nella valutazione relativa alla determinazione dell’inquadramento di un lavoratore subordinato il procedimento logico giuridico si articola in tre fasi successive: l’individuazione delle qualifiche e dei gradi previsti dal contratto collettivo di categoria, l’accertamento in fatto delle attività lavorative in concreto svolte, e il raffronto dei risultati di tali due indagini".

In sostanza bisognerebbe prima di tutto esaminare le disposizioni previste dal Suo CCNL di riferimento relativamente all'inquadramento, valutare le mansioni che Lei in concreto esercita e, all'esito del confronto, capire se ci sono i margini per una richiesta di riconoscimento di mansione superiore (e un corrispondente inquadramento superiore), anche retroattiva, con richiesta delle relative differenze retributive e contributive legate alla mansione di fatto ricoperta (ma non contrattualmente riconosciuta).

Sul punto si tenga presente quanto previsto dall'art. 2103 Codice Civile, comma 7, a norma del quale il lavoratore, in caso di svolgimento di mansioni superiori, ha diritto al trattamento normativo ed economico corrispondente all'attività svolta; inoltre, l'assegnazione diviene definitiva ove essa non abbia avuto luogo per ragioni sostitutive di altro lavoratore in servizio, dopo il periodo fissato dai contratti collettivi anche aziendali o, in mancanza, dopo sei mesi continuativi.

Verificati i presupposti di legge, la richiesta dovrebbe essere avanzata formalmente al Suo datore di lavoro, preferibilmente con lettera a firma di un legale, nella quale dovrebbero essere conteggiate anche le somme dovute a titolo di differenze retributive e contributive per lo svolgimento della mansione corrispondente all'inquadramento superiore a quello attualmente assegnato. In caso di diniego potrà adire il competente Tribunale del Lavoro per una vertenza.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280