HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Riduzione unilaterale dell’orario di lavoro e retribuzione
Diritto del lavoro | (22/05/2018)
Può il mio titolare farmi lavorare meno delle mie 38 ore settimanali e quindi non farmi fare le mie 165 ore mensili come da contratto, e poi segnarmi nella banca ore le ore in negativo, e a fine anno con un conguaglio farmi delle trattenute? cosiderando che ogni mese io perdo 20/25 ore di lavoro non svolto, praticamente mi tratterrà tutta la 13a, ma è legale? Ho un contratto AIOP-RSA Livello A. Grazie!
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Carla Etzi
Risposta del 22/05/2018

La risposta al suo quesito è che, in assenza di una riduzione contrattualmente stabilita, quindi in mancanza di consenso scritto di entrambe le parti (datore e lavoratore), il datore di lavoro non può ridurle le ore di lavoro e di conseguenza la retribuzione.

Anche la banca ore è un istituto creato per conteggiare le ore di lavoro straordinario svolte in modo che queste anzichè essere retribuite diano luogo a dei riposi compensativi. Non mi risulta che la banca ore possa essere utilizzata per operare dei conteggi in negativo che diano poi luogo a delle trattenute. 

Per sicurezza provi a verificare nel Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro applicato al suo contratto di lavoro quale sia la disciplina specifica per la banca ore.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280