HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Tirocinio e lavoro agile: sono compatibili e a quali condizioni?
Diritto del lavoro | (12/06/2020)

So libero professionista e mi occupo di produzione video. Non dispongo di un ufficio, mi occupo della post produzione da casa. Attualmente ho ricevuto una richiesta da parte di una società in Friuli, per far fare un tirocinio a un loro ragazzo. Secondo il commercialista posso tranquillamente avere un tirocinante, la mia p.iva lo contempla. Per quanto riguarda la parte legale non so come comportarmi, in quanto non so se devo compilare dei documenti o come devo comportarmi in termini di sicurezza sul lavoro, non avendo un ufficio. Lo stage in smart working può semplificare le cose?

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Egidio Rossi
Risposta del 12/06/2020

Per rispondere al Suo quesito bisogna distinguere due aspetti, ovvero quello legato alla fattibilità del tirocinio in modalità smart working e quello legato agli adempimenti in materia di sicurezza.

Relativamente al primo aspetto segnaliamo un recente orientamento della regione Friuli Venezia Giulia (regione dalla quale scrive), secondo la quale è consentita la formazione a distanza ed è possibile ricondurrre il tirocinio a una modalità di svolgimento “agile”.

Tuttavia la modalità "agile" del tirocinio ha carattere di eccezionalità e può essere concesso solo in presenza di specifici requisiti, ovvero: a) che le attività a carattere individuale devono essere effettivamente realizzabili a distanza, b) tali attività devono essere coerenti con il Progetto Formativo e funzionali all’elaborazione di un Project Work da parte del tirocinante (possono consistere, ad esempio, in attività on-line in collaborazione con il tutor aziendale e concordate con il tutor assegnato dal soggetto promotore, ricerche di documentazione on-line, studio di casi e di documentazione tecnica) e, c) devono essere descritte nel dettaglio le modalità con cui avverrà, da remoto, l’affiancamento al tirocinante da parte del tutor aziendale.

In particolare il ricorso al Project Work deve garantire continuità al Progetto Formativo e non deve pregiudicare il conseguimento a fine percorso, da parte del tirocinante, delle competenze previste dal Progetto stesso.

Quanto, invece, al discorso sicurezza, riteniamo che se il tirocinio si dovrà svolgere esclusivamente e integralmente in modalità smart working sarà necessario far sottoscrivere al tirocinante il modulo sull'informativa della sicurezza predisposto dall'INAIL e reperibile sul sito dell'ente.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280