HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Sono sofferente al ginocchio e vorrei chiedere il cambio di mansione. Come fare?
Diritto del lavoro | (25/10/2020)

salve, sono un infermiere di 30 anni e le scrivo perchè è da ormai anni che ho un problema con il mio lavoro a causa del mio ginocchio per un operazione sbagliata ( nel 2014 ). Sono tra l'altro anche un infermiere che va spesso in sala operatoria usando molto i camici di piombo e assisto molta gente che ha bisogno di assistenza in ospedale, quindi carico abbastanza sulle gambe e ho dolore. Per questo ho deciso di rioperarmi nuovamente nel settembre del 2020 ma presento ancora gli stessi problemi e vorrei chiedere un cambio di reparto visto passato tutto ciò. la mia domanda è: come dovrei fare se l'ospedale in questione non vorrà venirmi in contro? grazie

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Egidio Rossi
Risposta del 25/10/2020

Occorre premettere che, a norma di quanto previsto dall'art. 41, comma 2, lettera c, Decreto Legislativo 81/2008, al lavoratore è consentito chiedere di essere sottoposto a visita medica da parte del medico competente, al fine di valutare la compatibilità tra le condizioni di salute e le mansioni esercitate.

Al termine dell’accertamento sanitario, il medico deve esprimere un giudizio sull’idoneità alla mansione specifica, che può essere di: a) idoneità alle mansioni, b) idoneità parziale, temporanea o permanente, con prescrizioni o limitazioni, c) inidoneità temporanea oppure d) inidoneità permanente.

Il medico deve comunicare il giudizio al lavoratore e al datore di lavoro. Contro il giudizio del medico competente è ammesso ricorso, entro 30 giorni dalla data di comunicazione del giudizio medesimo, all’organo di vigilanza territorialmente competente che dispone, dopo eventuali ulteriori accertamenti, la conferma, la modifica o la revoca del giudizio stesso.

È importante che nella domanda sia specificata, da parte del lavoratore, la motivazione per cui si richiede l’accertamento sanitario, ossia il problema di salute riscontrato, assieme alle modalità con le quali il problema può interferire con l’attività lavorativa.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280