HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Diritto Penale di Impresa | (02/04/2019)
Salve esempio :persona con ritardo mentale che mettono come amministratore SRL.Persona che non ha un tutore.Parliamo di circonvenzione di incapace. naturale.Se il reato di circonvenzione va in prescrizione chi risponde dei debiti societari?grazie
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Nadia Mungari
Avvocato Nadia Mungari
Risposta del 02/04/2019

Trattandosi di una SRL, dunque una società di capitali con patrimonio nettamente separato da quello delle persone dei soci, dei debiti di questa risponde solo la stessa società.

Questo a livello civilistico.

Se invece dovessero esserci problemi di diritto penale, come ad esempio nel caso in cui la società fosse fallita e si potesse configurare il reato di bancarotta, formalmente verrebbe chiamata a rispondere la persona caratterizzata da ritardo mentale.

Tuttavia, nel corso del procedimento penale, previa dimostrazione della sua condizione di ritardo mentale, la cui prova può essere fornita a prescindere dal fatto che tale soggetto fosse munito di tutore o meno, questo potrebbe andare incontro ad assoluzione per mancanza della capacità di intendere e di volere.

Se nel corso delle indagini emergesse che, in realtà, la società era gestita da altro soggetto, in qualità di amministratore di fatto, sarebbe quest'ultimo a rispondere penalmente.

Avvocato Nadia Mungari

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280