HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Dove può spingersi una denuncia per violenza sessuale
Diritto Penale | (18/05/2019)
Buongiorno, la mia domanda è: Due conoscenti hanno un rapporto sessuale con il consenso di entrambe le parti, in tranquillità, senza alcuna forzatura. Successivamente (a distanza di giorni) ed in seguito ad una lite, uno "minaccia" l'altro di denunciarlo dicendo di riportare come "prova" se stesso nello sostenere che l'atto sessuale in realtà non era voluto, quindi in realtà è stata violenza (quando nei fatti non lo è stata). È davvero possibile? Davvero una persona, inventandosi di essere stata abusata, può condannare qualcuno?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Nadia Mungari
Avvocato Nadia Mungari
Risposta del 18/05/2019

Certamente no, a meno che non si precostituisca delle prove, magari attraverso falsi testimoni, cosa che comunque in questo caso specifico mi sembra controproducente per la stessa persona che falsamente potrebbe denunciare la violenza.

Oggi come oggi, l'unica vera prova che può indicare ad un Giudice penale se c'è stata o meno violenza sessuale è un apposito test medico che viene effettuato in ospedale.

Una persona che, in seguito ad un rapporto consenziente, denunciasse di avere subito una violenza sessuale, non solo rischia di essere smentita in un eventuale procedimento penale ma, oltretutto, rischia di essere a sua volta denunciata per il reato di calunnia.

Avvocato Nadia Mungari

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280