HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Diritto Penale | (14/05/2019)

Buongiorno gentilissimo Avvocato,le pongo un quesito....

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Nadia Mungari
Avvocato Nadia Mungari
Risposta del 14/05/2019

Trovo difficile che un esponente della polizia giudiziaria, che risulti indagato nell'indagine delegata allo stesso corpo, possa svolgere le indagini, quantomeno ciò non può avvenire in maniera formale. Il chè significa che, ove risultassero verbali di sommarie informazioni o informative sottoscritte da tale soggetto indagato/indagante", le indagini sarebbero certamente inutilizzabili e potrebbero esserci sanzioni disciplinari e civili tanto per il Pubblico Ministero titolare dell'indagine quanto per il superiore gerarchico che, nell'ambito del corpo di polizia giudiziaria interessato, avesse permesso tutto questo.

Certamente una situazione di questo genere potrebbe comportare anche la commissione del reato di abuso d'ufficio, ai sensi dell'art. 323 c.p.

Certo, potrebbe accadere qualcosa di simile ma con altre modalità (e questo, ahimè, potrebbe davvero accadere): le indagini potrebbero essere condotte da agenti di polizia giudiziaria amici/conoscenti dell'indagato che potrebbero spingere le indagini in una direzione favorevole allo stesso (basti pensare ad un caso giudiziario di cui si parla tanto in questo periodo in televisione dove è successo proprio questo).

In casi come questo, se si venisse successivamente a sapere che il magistrato incaricato e gli esponenti della polizia giudiziaria hanno agito consapevolmente non solo questi potrebbero avere le conseguenze penali, civili e disciplinari di cui sopra, ma soprattutto, tale fatto potrebbe comportare un effetto sull'eventuale procedimento penale instaurato, il cui esito potrebbe eventualmente essere messo in discussione.

Per le ragioni di cui sopra, certamente, tale soggetti ed i suoi amici/conoscenti dovrebbero certamente astenersi.

Avvocato Nadia Mungari

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280