HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Diritto Penale | (06/09/2019)
Tempo fa ho conosciuto un uomo più grande di me di parecchio. Uomo a cui piacevo e che voleva avere rapporti sessuali cn me. Un giorno x problemi miei gli ho chiesto di Intestare una postapey a nome suo e di darmela affinché potessi utilizzarla x lavoro. Lui volle in cambio foto nude, gli mandai una prima con biancheria ma non gli andò bene e insiste affinché le mandassi nuda glielo mandata x avere la carta perché mi serviva. Questa richiesta di foto lui la fatta molte volte e molte volte lo rifiutata perché non volevo. Poco tempo fa durante una vendita on line probabilmente c'è stato un problema con qualche cliente e credo che la persona abbia fatto denuncia per truffa alla postapey senza dirmi nulla. La somma non supera i 100 euro di sicuro xke vendo tutti articoli tra i 40 euro massimo ordini multipli arrivano a 100 non oltre. La denuncia è arrivata a lui e lui non mi dice di questa cosa e credo stia facendo qualcosa contro di me di nascosto per sistemarsi con la legge. Che fare?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Nadia Mungari
Avvocato Nadia Mungari
Risposta del 06/09/2019

Se l'importo è così basso, qualora fosse stata presentata denuncia e ne fosse derivato un procedimento penale, potrebbe accadere che il Pubblico Ministero richieda l'archiviazione per particolare tenuità del fatto, come previsto dall'art. 131 bis c.p.

Tuttavia, bisognerebbe capire che cosa è davvero successo. Lei è sicura che la Postepay, ufficialmente in uso a Lei, non sia in realtà utilizzata anche da lui, magare proprio per realizzare condotte illecite? 

Tenga conto, infatti, che per utilizzare una Postepay non serve detenerla materialmente, ma è sufficiente conoscerne il numero, il codice di sicurezza e la data di scadenza.

Questo uomo potrebbe essersi segnato questi dati ed avere operato con la predetta Postepay.

Detto questo, ritengo che Lei possa seguire due strade:

- o aspetta che le indagini facciano il loro corso (lui potrebbe essere formalmente indagato e, forse, coinvolgerla, però, in pratica, Lei può capire come difendersi solo una volta che Le venga contestato qualcosa);

- o presenta un esposto alla Procura della Repubblica (l'esposto è una cosa diversa dalla denuncia. Con tale atto non si chiede la punizione del colpevole indicato, ma, semplicemente, si informano le Autorità su come sono andati determinati fatti. E' un modo per tutelarsi quando si teme di subire un'indagine penale) ove racconta dettagliatamente come, per quanto Lei ne sà, sono andate le cose rispetto al Suo utilizzo della Postepay.

Avvocato Nadia Mungari 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280