HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Debiti di un coerede: come funziona?
Eredità e Successioni | (10/06/2018)

Buongiorno, e' mancato mio padre e c'e qualcosa in banca e una casa. Mia madre e' ancora in vita. Vorrei sapere se la mia terza parte, sia del contante che della casa, e' suscettibile di pignoramento visto che ho vari debiti in corso e se la cosa puo' intaccare anche la parte di mia madre e mio fratello. Spero in una Vostra risposta in breve Grazie.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 10/06/2018

Il debitore è aggredibile dal creditore esclusivamente sul proprio patrimonio personale.

Pertanto, ove Ella avesse accettato o accettasse l' eredità, divenendo titolare pro quota dell'attivo di Suo padre, i Suoi creditori potranno soddisfarsi anche su tali beni.

Nel caso in cui aveste Voi tutti chiamati all'eredità gia accettato, formando quindi una comunione sull'immobile, i creditori potranno procedere con pignoramento immobiliare per la Sua sola quota e non per quella degli altri coeredi.

In concreto, i patrimoni di Sua madre e di Suo fratello non sono aggredibili.

Certo è che se, ad esempio, fosse pignorata la Sua quota di proprietà della casa e quindi messa in vendita all'asta ed acuistata da un terzo, questi concorrerebbe a comporre la nuova comunione immobiliare con Sua madre e Suo fratello. 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280