HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
L'erede non può esercitare i propri diritti: quali azioni a sua tutela?
Eredità e Successioni | (19/12/2018)
Salve! Mia madre e deceduta il 28 05 2018 con gran dispiacere, con mio padre e mio fratello abbiamo fatto la successione , ma dopo un mese mio padre proibisce a noi figli di non entrare più in casa dicendo che i beni di famiglia vanno tutto a mio nipote figlio di mia sorella e che lui si prenderà cura di lui fino alla sua morte e noi non dobbiamo più andare a casa se no lui ci denuncia io chiedo a voi se questo è giusto e cosa si può fare grazie.
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 19/12/2018

Per rispondere al Suo quesito riteniamo opportuno segnalare quanto segue.

Ciascun erede della Sua defunta madre ha diritto di accedere alle proprietà immobiliari ed ai beni mobili che erano della donna, in proporzione alla propria quota ereditaria.

Se, come ci sembra di capire sia nel caso di specie, ad uno o più coeredi viene impedito di esercitare i propri diritti sui beni oggetto di successione, il nostro ordinamento giuridico prevede le seguenti forme di tutela:

  • le azioni di tutela del possesso (esercitabili anche prima di aver accettato l’eredità): per poter, ad esempio, accedere ai fabbricati o ai terreni; si tratta della cosiddetta azione di reintegrazione nel possesso prevista dall'art. 1168 del nostro codice civile, che può essere proposta solo se lo spoglio, ossia la privazione del possesso del bene oggetto di successione, sia avvenuto da meno di un anno;
  • l’azione di petizione dell’eredità (che può essere avviata solo dopo aver accettato l’eredità): tale azione è esercitabile non soltanto per farsi riconoscere erede (se tale qualità fosse contestata), ma anche per recuperare sia la disponibilità della quota di beni ereditari sia il loro valore.

Lei e gli altri coeredi potrete dunque avviare le sopracitate azioni, a tutela dei Vostri diritti, nei confronti di Vostro padre.

Avvocato Marta Calderoni

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280