HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
All’amministratore di sostegno spetta un compenso?
Famiglia | (09/04/2020)

Nel caso in cui la figlia di un disabile sia nominata amministratrice di sostegno e individuata come care giver, ha la possibilità di prelevare dal conto del padre il compenso riservatole come caregiver o è necessaria un'autorizzazione da parte del giudice?

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Fabrizio Tronca
Avvocato Fabrizio Tronca
Risposta del 09/04/2020

L'incarico di amministratore di sostegno si intende a titolo gratuito.

Il Giudice Tutelare, mediante il decreto di nomina, può fissare preventivamente una indennità per l'amministratore: in tal caso è proporzionata sia al valore degli interessi gestiti nell'interesse del beneficiario sia all'intensità nonchè all'impegno che pretenda l'incarico.

Ai sensi dell'art. 379 c.c. infatti "L’ufficio tutelare è gratuito. Il Giudice Tutelare tuttavia, considerando l’entità del patrimonio e le difficoltà dell’amministrazione, può assegnare al tutore un’equa indennità. Può altresì, se particolari circostanze lo richiedono, sentito il protutore, autorizzare il tutore a farsi coadiuvare nell’amministrazione, sotto la sua personale responsabilità, da una o più persone stipendiate". 

Occorre pertanto ricavare dal provvedimento di nomina se all'ads spetti un "compenso" e il rimborso spese e - in particolare - in che termini e secondo quali modalità possa essere corrisposto.

Ove non fosse espressamente contemplata preventivamente (al conferimento dell'incarico) l'indennità, l'amministratore può fare richiesta - mediante istanza al Giudice Tutelare - di riceverla, di norma alla chiusura del primo anno di gestione dell'incarico.

Avvocato Fabrizio Tronca

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280