HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Contributo dei coniugi alle spese dell’immobile
Famiglia | (15/11/2017)
Buongiorno a Voi Sposato. in separazione di beni, pensionato abitiamo, io, la moglie e suo padre vedovo, nell’appartamento di proprietà della moglie donatagli dal padre, in una palazzina di 3 abitazioni, viviamo della mia pensione io con la moglie che non avrà un domani la pensione e il suocero con la sua. Ora le spese ordinarie e straordinarie le dividiamo per tre, io e la moglie per due parti e il suocero la terza parte delle spese. La mia domanda è e visto che la casa verrà lasciata un domani ai nipoti di parte della moglie, se sono ok le spese divise cosi, ma soprattutto per un futuro in due io e mia moglie e che disporrà di una eredità del padre, dovrà intervenire nelle spese ? e poiché io partecipo alle spese ordinarie ma anche le straordinarie con due parti, le mie e della moglie, rientro in una parte di proprietà della sua casa o no.
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 15/11/2017
In merito al Suo quesito, Le premettiamo che dal matrimonio deriva per entrambi i coniugi l'obbligo reciproco alla fedeltà, all'assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione. Inoltre, il nostro ordinamento prevede espressamente che entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia. Pertanto, visto che Sua moglie al momento è disoccupata, spetta a Lei provvedere alle spese condominiali relative all’immobile in cui avete stabilito la residenza coniugale. Detto ciò, da questa contribuzione non deriva un Suo diritto di proprietà sull’immobile. Solo in caso di morte di Sua moglie, Lei erediterà l’immobile stesso in qualità di erede legittimo. Allo stesso tempo, qualora Sua moglie, alla morte del padre, dovesse ereditare un patrimonio attivo e quindi avere un’entrata economica, sarà obbligata a contribuire ai bisogni della famiglia, comprese quelle ordinarie e straordinarie dell’immobile.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280