HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
La mia compagna si è trasferita con nostra figlia senza il mio assenso. Cosa succede?
Famiglia | (08/08/2020)

Salve, mi sono lasciato da poco con la compagna con la quale ho avuto una bimba che oggi ha 2 Anni. Volevo sapere visto che lei è andata via, portandosi mia figlia, quali diritti ho? La posso denunciare per questo?

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 08/08/2020

La condotta della Sua compagna, nonchè madre di Vostra figlia, non è lecita.

Le decisioni che riguardano i figli minori e quindi il loro indirizzo di vita, compresa certamente la residenza e la collocazione della minore in questo caso, devono essere assunte di comune accordo dai genitori. In alternativa, le iniziative distinte dei genitori debbono essere autorizzate dal Tribunale competente.

I genitori hanno l'obbligo (e il diritto) congiunto di educare, mantenere e istruire la prole e questo deve essere sempre esercitato unitamente.

Non solo: il minore ha il diritto di avere rapporti con entrambi i genitori, per il proprio equilibrio, per la crescita e per lo sviluppo delle relazioni affettive.

Sottrarre il minoread un genitore, senza che ciò corrisponda a una ponderata e autorizzata valutazione, è una condotta illecita verso il padre, in questo caso, e pure verso la bambina.

Peraltro, per quanto la piccola abbia solo 2 anni, il tema della residenza è molto delicato: presso la casa familiare la minore ha i suoi punti di riferimento, le abitudini, la mamma e il papà e, in diversi casi, è vicina al tessuto familiare. Allontanarla da tale contesto può realizzare un pregiudizio per la minore. 

******

Il suggerimento è di inviare immediatamente alla Signora una comunicazione formale con raccomandata con ricevuta di consegna, intimandole di riportare la minore presso l'abitazione familiare e diffidandola dal tenere tale condotta illecita. 

Contestualmente, si inviterà la signora a condividere una assetto per la disciplina dei doveri e diritti verso la figlia, preferibilmente da omologarsi presso il competente Tribunale. 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280