HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Mantenimento dei figli: che obblighi ha il padre?
Famiglia | (25/03/2017)
Buongiorno avvocato avrei bisogno di una consulenza le spiego il tutto i miei genitori sono separati dal 1999 io e mia sorella abbiamo sempre vissuto con mia madre fino alla maggiore età e mio padre non ci ha mai considerati sia affettivamente che economicamente.comunque io e mia sorella siamo sempre stati bene e fortunatamente abbiamo sempre lavorato senza mai chiedere un solo euro a nostro padre vorrei precisare che mio padre a una azienda agricola adesso vorrei capire ma a me e mia sorella non tocca ci tocca mai niente la legge non ci tutela in qualche modo la ringrazio del suo tempo avvocato in attesa di una vostra risposta vi porgo cordiali saluti
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 25/03/2017
Il dovere al mantenimento (inteso sia nel senso materiale/economico, sia nel senso educativo) sorge in capo ai genitori sin dal momento della nascita dei figli. Tale dovere trova la sua origine in una ragione di custodia e responsabilità genitoriale verso i minori, naturalmente non autonomi sotto il profilo economico e, inizialmente, strettamente personale. In ipotesi di separazione dei coniugi, sovente, gli stessi mediante accordo, o il Tribunale con sentenza, stabiliscono in che misura debbano contribuire al mantenimento dei figli e alle loro esigenze. Nella fattispecie che ci sottopone, sarà pertanto necessario verificare se sussista un provvedimento di separazione del Tribunale (o successivo divorzio) e se questo prevedesse – e in che misura – il mantenimento del padre verso i figli. Consideri che l’assegno di mantenimento (che sia verso l’ex coniuge o verso i figli) è soggetto a termini di prescrizione di cinque (5) anni e, in rare eccezioni (collegate alla durata processuale) a dieci (10) anni. *** Altro elemento da valutare consiste nel riconoscimento di un dovere dei genitori a contribuire o addirittura a mantenere i figli già maggiorenni, qualora questi fossero non autosufficienti economicamente o versassero in stato di difficoltà. Da ciò che mi ha illustrato, deduco non sia il caso Suo e di Sua sorella, che lavorate regolarmente: si tratta tuttavia di una norma che esprime un principio di solidarietà del genitore verso il figlio anche indipendentemente dall’età. *** Oltre all’aspetto del mantenimento, merita segnalare che, quando mancherà Vostro padre, avrete naturalmente diritto alla quota di eredità legittima, in relazione al patrimonio che lo stesso lascerà. Medesimo diritto spetterà a Vostra madre, sempre se ancora in regime di separazione e non di divorzio.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280