HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
VACCINO COVISD PER I MINORI. CI VUOLE IL CONSENSO DI ENTRAMBI I GENITORI?
Famiglia | (31/07/2021)

Buongiorno, ho una bambina di 12 anni che vive con me e non sto più con suo papa' da 7 anni.

Vorrei chiedere se posso fare il vaccino anti covid-19 a mia figlia senza autorizzazione del padre. Avrò conseguenze se si oppone? Aspetto un suo riscontro, grazie. 

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Serena Mineo
Risposta del 31/07/2021

Rispondendo immediatamente al Suo quesito, in linea generale, non è possibile somministrare il vaccino ad un minore senza il consenso di entrambi i genitori. Pertanto, non può vaccinare Sua figlia senza il consenso del padre.

In caso di disaccordo tra i genitori è possibile fare ricorso al Tribunale, affinché il giudice assuma la decisione (se vaccinare o meno contro il Covid-19) in luogo dei genitori.  

La decisione di vaccinare il minore (quando non si tratti di vaccini obbligatori) non è una scelta di natura ordinaria e, pertanto, deve essere presa di comune accordo tra i genitori.

Anche in caso di genitori separati e affidamento congiunto dei figli, le decisioni inerenti alla vita, alla salute e all'educazione dei figli devono essere assunte congiuntamente da entrambi i genitori. Inoltre, se il minore ha superato i 12 anni è opportuno che venga raccolto anche il suo consenso o che venga quantomeno ascoltato. 

Pertanto, il modulo per il consenso informato (che deve essere firmato all'atto della somministrazione del vaccino) deve essere firmato da entrambi i genitori, preferibilmente con l'accordo del minore che abbia compiuto i 12 anni di età.

Come anticipato, se i genitori non riescono a raggiungere un accordo, è possibile fare ricorso al Tribunale, affinché il giudice, valutate le circostanze, assuma la decisione in luogo dei genitori. 

Naturalmente, prima di procedere con il ricorso al Tribunale è sempre consigliabile instaurare un dialogo, valutando insieme i vantaggi e i benefici della vaccinazione del minore, al fine di poter raggiungere una soluzione concordata, nell'interesse del figlio.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280