HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Immobili | (30/08/2016)
BUON GIORNO SCRIVO A NOME DI UN AMICO CHE VERSA IN QUESTA CONDIZIONE Convive da un anno con una donna di 37 anni separata con 2 figli minori Percepisce assegno di mantenimento e il rimborso del 75% delle spese. Non lavora e non cerca seriamente un occupazione. La loro relazione è terminata mesi fa , lui dorme sul divano , paga affitto e spese di gestione dell'appartamento. Lei non vuole andare via e dice che lui ha l'obbligo di mantenerli sotto lo stesso tetto. Lei e i figli sono residenti nel suddetto appartamento e compaiono nello stato di famiglia di lui. Esiste un modo per farle lasciare l'appartamento? grazie
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Livia Achilli
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 30/08/2016
Per poterle rispondere avremmo bisogno di sapere se il suo amico ha ufficializzato o meno la convivenza di fatto con dichiarazione all’anagrafe civile del Comune di residenza, secondo quanto disposto dalla recente legge n. 76/2016. Tale informazione è indispensabile, poiché in caso di convivenza di fatto dichiarata, indipendentemente dagli oneri che l’ex coniuge ha nei confronti della signora e dei suoi figli, il suo amico avrebbe dato vita ad una vera e propria famiglia, maturando nei confronti della stessa precisi doveri di assistenza morale e materiale anche se limitatamente alle proprie possibilità. Pertanto, in questo caso, una volta cessata la convivenza, la regola generale vorrebbe che, in presenza di figli minori, la casa familiare possa essere assegnata al genitore con il quale convivono i figli, permettendogli anche, a tal fine, di subentrare nell’eventuale contratto di locazione, se a lui non intestato. Nel caso, in cui, invece, la convivenza di fatto non sia stata formalizzata, tra le parti non dovrebbero, prodursi particolari reciproci diritti e doveri, conseguentemente il suo amico potrebbe avere la facoltà, se intestatario del contratto di locazione, di agire per ottenere l’esclusiva disponibilità dell’immobile.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280