HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Immobili | (26/02/2016)
Tre anni fa ho preso in affitto un bilocale. All’inizio tutto bene, poi a partire dall’estate appena trascorsa il proprietario, che abita affianco al mio appartamento ed è anche il costruttore della palazzina dove abitiamo, ha cominciato a fare tutta una serie di dispetti a me e alla mia compagna: ad esempio ci ha interrotto a sprazzi la fornitura d’acqua, ha cambiato la serratura del cancello d’ingresso senza consegnarci le chiavi, il citofono ha cominciato a non funzionare più etc… insomma ora è diventato impossibile continuare la locazione e così ho deciso di andarmene immediatamente. L’ho comunicato al proprietario il quale è andato su tutte le furie, minacciandomi e ingiuriandomi e dicendo che comunque non accetta l’appartamento indietro. Come posso uscire da questa spiacevole situazione?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Livia Achilli
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 26/02/2016
Innanzitutto, se non sono trascorsi ancora tre mesi dai fatti sopraccennati, consiglio di sporgere querela nei confronti del proprietario per la sua illegittima condotta. Venendo al rapporto di locazione, innanzitutto è bene che il conduttore comunichi al locatore (ossia il proprietario) la sua intenzione di recedere dal contratto immediatamente a causa dei comportamenti illeciti di cui quest’ultimo si è reso responsabile - comportamenti che verosimilmente, da quanto si comprende, pregiudicano il godimento dell’immobile, così integrando gli estremi dei gravi motivi di recesso - a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Dopodiché, in assenza di contestazioni da parte del proprietario, vanno concordati tra le parti termini e modalità di riconsegna dell’immobile. La riconsegna dell’immobile è importante che avvenga insieme alla redazione di un verbale che descriva le condizioni in cui si trova l'immobile al momento della consegna. Il verbale dovrebbe quindi essere sottoscritto dalle parti. In caso di contestazioni da parte del proprietario circa la fondatezza del recesso sarà necessario – in assenza di accordo – ricorrere all’autorità giudiziaria per ottenere una sentenza che accerti la situazione in via definitiva legittimando il rilascio dell’immobile.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280