HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Immobili | (17/10/2016)
Buongiorno avvocato. Ero socia di una società di persone, a causa del socio amministratore che non ha versato le imposte per anni, mi ritrovo con un debito verso Equitalia di Euro 90.000,00 inclusi interessi e more. Non ho redditi, sposata in separazione dei beni con marito operaio, il mio unico bene è il diritto di usufrutto dell'abitazione in cui risiedo (abitazione non di lusso ed appunto unico bene). Recentemente Equitalia ha proceduto a mettere un'ipoteca sul mio diritto di usufrutto. Ora chiedo a Lei: può Equitalia procedere con il pignoramento e la messa in vendita del diritto di usufrutto? Se lo fa come posso difendermi? Non ho redditi e non ho lavoro, c'è un modo per uscire da questa situazione debitoria? La ringrazio per l'attenzione.
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Livia Achilli
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 17/10/2016
In merito alla sua richiesta dobbiamo premettere che il diritto di usufrutto è un diritto reale di godimento che può essere oggetto di disposizione, ovvero: può essere compravenduto, ceduto, indicato in testamento, etc. Pertanto lo stesso può anche essere dato in garanzia e nel suo caso essere gravato da iscrizione ipotecaria di natura esattoriale/cautelativa, da parte di Equitalia. Ciò detto, da un punto di vista pratico, questo tipo di iscrizione ipotecaria, può essere evitata soltanto tramite opposizione alle cartelle di pagamento e ruoli che hanno consolidato il diritto di credito e che le dovrebbero essere state notificate in passato. Va anche detto che, in ultima istanza (ma temiamo che per questo siano già scaduti i termini,) si può proporre un ricorso contro il preavviso di iscrizione ipotecaria, essendo questo un atto che Equitalia deve notificare e contro il quel si può fare opposizione avanti la Commissione Tributaria Provinciale territorialmente competente. Sarebbe, quindi, interessante, verificare se vi sono ancora i termini per agire contro Equitalia ed ottenere la cancellazione dell’ipoteca. Inoltre, anche nell’ipotesi in cui fossero scaduti i presenti termini, riteniamo, che la situazione di sovraindebitamento in cui si trova, meriti di essere valutata ai fini del possibile ricorso alla procedura di ricomposizione della crisi da sovraindebitamento, c.d. procedura di esdebitazione. Consideri infine la possibilità di valutare l’impatto che la recente normazione che prevede la chiusura di Equitalia - stabilità nel contesto della legge di stabilità 2016 - potrebbe avere in relazione alla sua situazione.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280