HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
CAMBIO ALLOGGIO A.T.C. COME FARE?
Locazioni ad uso abitativo | (14/12/2020)

Buongiorno, ho effettuato uno scambio alloggio ATC in accordo con l'altro inquilino a insaputa del ATC ma adesso a distanza di tempo ha cambiato idea. Come posso fare per evitare il tutto? vorrei mettermi in regola. Se non torno nel mio alloggio rischio di perdere la casa Ho speso soldi nella casa. Grazie se vorrà rispondermi.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Serena Mineo
Risposta del 14/12/2020

L'assegnatario di un alloggio di edilizia pubblica è sottoposto al rispetto di particolari regole. Nel Suo caso specifico la normativa di riferimento è la legge regionale del Piemonte, n. 3 del 2010 e il regolamento di attuazione del 12/04/2012. 

Tali norme disciplinano, tra le altre ipotesi, il cambio di alloggio consensuale tra due assegnatari. In altre parole, due inquilini assegnatari di un alloggio dell'A.T.C. possono scambiarsi l'alloggio, purché ricorrano determinate condizioni e con determinate modalità. 

Precisamente, lo scambio consensuale degli alloggi è ammesso se gli assegnatari non sono morosi, ad esempio non ci sono canoni di locazione non pagati, e se non hanno fatto altri cambi negli ultimi 4 anni. 

Il cambio alloggio consensuale si può fare, semplicemente, presentando domanda allo sportello dedicato dell'A.T.C., che delibera entro 90 giorni.

Se non è rispettata la procedura indicata, la conseguenza è la decadenza dal beneficio. Infatti, l'art. 17 della legge regionale 3/2010 stabilisce che decade dal beneficio (ossia, perde il diritto all'alloggio assegnato) l'assegnatario che, volontariamente, trasferisca la propria residenza, o abbandoni l'alloggio assegnato, per un periodo di tre mesi. 

Nel Suo caso specifico, poiché emerge che il cambio alloggio consensuale sia stato fatto senza la necessaria comunicazione all'A.T.C., sia Lei, sia l'altro assegnatario (con cui ha scambiato l'alloggio) potreste subire la medesima conseguenza, ossia entrambi potreste perdere il diritto all'alloggio assegnato. Un consiglio certamente valido è quello di regolarizzare la vostra posizione, presentando la domanda di cambio consensuale di alloggio presso l'apposito sportello dell'A.T.C., in modo da tentare di regolarizzare la posizione di entrambi.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280