HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
A causa del lockdown è stato sospeso il corso di cucina. Devo pagare?
Responsabilità civile e risarcimento del danno | (20/07/2020)

Buongiorno, ho frequentato un corso di cucina durante il periodo di transizione del Covid-19 (marzo 2020). Il corso e' stato interrotto dopo una settimana a causa delle restrizioni imposte dal governo. Avevo gia' pagato in anticipo l'intera quota del corso, ma la scuola si e' rifiutata, nonostante ripetute richieste, di restutuire la quota di corso non effettuata. Ho recentemente scoperto che, oltre alla "sopravvenuta impossibilita'" sancita dal cod.civile, il contratto stesso della scuola prevede la restituzione dei soldi versati (salvo riscarcimenti da parte del cliente) in caso di impossibilita' di effettuare il corso, entro 30gg dalla data di interruzione. Inoltre, la scuola in questione ha tenuto normalmente le lezioni giorno 9Marzo, nonostante il divieto. Ho dovuto chiedere un prestito per avere la quota del corso e ho avuto diverse ripercussioni per la mancanza dei soldi dopo molti mesi dall'iscrizione. Cosa posso fare? 

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 20/07/2020

L''iscrizione ad un corso determina la nascita di una obbligazione contrattuale tra il corsista e la scuola.

Il Corsista è tenuto al pagamento dell'intero corso e la scuola al regolare svolgimento del corso.

Il lockdown previsto per l'emergenza Covid ha determinato l'obbligo di sospensione delle lezioni in presenza.

La scuola potrebbe aver attivato un servizio in tal senso ma avrebbe dovuto comunicarlo tempestivamente al corsista, riconoscendo il diritto di recesso dal contratto, qualora lo stesso non possa o non voglia seguire il corso in modalità on line. Tale diritto se non riconosciuto deve essere formalizzato a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno con richiesta di restituzione delle somme illeggittimamente trattenute.

Infatti con la mancata fruizione delle lezioni di fatto è venuto meno il naturale sinallagma contrattuale, rendendo impossibile l'esecuzione della prestazione da parte della scuola nei tempi e nelle modalità concordate con il conseguente obbligo alla restituzione delle somme incassate, a meno che la scuola si renda disponibile ad ulteriore sessione previa conferma della disponibilità del corsista.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280