HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
madre polacca porta il figlio minore in patria. E' possibile?
Separazione dei coniugi | (30/10/2018)

Salve, sono polacca e convivo con mio compagnio italiano da 15 anni. Abbiamo un figlio di 6 anni, adesso mio comagnio vuole chiudere storia sentimentale con me ,non con figlio. Io mi trovo a casa paterna da lui , voglio chiedere visto che non ho nessuna famiglia a parte mio figlio qui, se posso abbandonare questo paese per andare in polonia sempre con mio figlio, solo che mio ex comagnio se opone come posso fare ci sta qualce soluzione. Ps sua famiglia si trova anche a nord. Io non mi vedo di stare da sola qui. Io non voglio negare a vedere mio figlio con padre, perche si vogliono tanto bene. Cosa posso fare in questa situazione e che diriti mi spettano. Non siamo sposati. Aiuto .grazie

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 30/10/2018

Qualora Ella decidesse di tornare in Polonia portando con sè il flglio minore, nato dalla relazione avuta con un cittadino italiano e non volesse più far ritorno in Italia, si attiva la procedura prevista dalla Convenzione dell'Aja.

Il padre del minore incardina un giudizio avanti un giudice polacco, per ottenere il rientro del minore in Italia. Il procedimento ha una durata non inferiore alle sei settimane e solitamente si conclude con un affidamento del minore alla madre in Polonia, tranne che in casi di estrema gravità, che possano nuocere al figlio.

Poichè sostanzialmente si tratta di procedure che riguardano sottrazione di minore, si consiglia di concludere un accordo di fronte al Giudice polacco per disciplinare il diritto di visita ed i contatti col padre.

La soluzione migliore è infatti quella dell'affidamento condiviso che può risolvere tutte le divergenze tra i genitori ( sentenza Cassazione n.24526/2010).

Per completezza sottolineiamo che il minore nato da genitore italiano è italiano a tutti gli effetti per il principio dello ius sanguinis.

 

Avvocato Guido Vecellio

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280