HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Divorzio chiesto da un solo coniuge
Separazione dei coniugi | (15/10/2017)
Sono separato legalmente da 9 anni ho 3 figli maggiorenni, 2 hanno un reddito mentre 1 studia, vivo a ma lavoro a. Pago gli alimenti di 208 al mese per la moglie e 312 per la figlia, non ho beni mobili ne immobili vivo del.mio stipendio di *** da insegnante con 30 anni di servizio. Cortesemente vorrei sapere a) il divorzio lo si ha quando i coniugi firmano l'atto davanti ad un giudice? se uno dei due si rifiuta di firmare, quando è in che modo potrei ottenerlo? b) In che modo posso averlo anche se l'altra non firma non presentandosi in tribunale mai? Grazie
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 15/10/2017
Il nostro Ordinamento dispone che – per la cessazione degli effetti civili del matrimonio (vd., divorzio) – intervenga un provvedimento (sentenza) dell’Autorità giudiziaria competente, quindi del Tribunale civile. Come spiegheremo in seguito, può ottenersi un provvedimento del Tribunale all’esito di un ricorso congiunto per divorzio (divorzio consensuale) o in seguito a ricorso giudiziale di divorzio (divorzio giudiziale). Senza tale provvedimento, la coppia rimane sposata in regime di separazione. Qualora uno dei due coniugi non voglia divorziare o, comunque, non si presenti in tribunale o non si costituisca in giudizio, è sempre possibile per l’altro coniuge agire autonomamente azionando il divorzio giudiziale. In tale fattispecie, il soggetto che intenda divorziare, deposita ricorso giudiziale in Tribunale: questo sarà quindi regolarmente notificato all’altro coniuge e, qualora questi non si presentasse in giudizio, si procederebbe in contumacia (assenza processuale di un soggetto) fino ad ottenere la sentenza di divorzio. Pertanto, la risposta concreta al Suo quesito, così si riassume: anche qualora un coniuge si disinteressi al divorzio, oppure lo ostacoli, o sia assente nel procedimento, l’altro può ottenere il provvedimento. Valuti inoltre che, in sede di divorzio, sussistendone i presupposti, potrà anche richiedere la modifica delle condizioni stabilite in separazione (ad es., riduzione dell’assegno di mantenimento della moglie) *** Per completezza segnalo che, in ipotesi di accordo sulla volontà divorzile e sulle condizioni del regime di divorzio (mantenimento, affidamento dei figli, ad esempio) si può accedere sia al divorzio congiunto avanti al Tribunale (procedimento molto spedito, composto da una sola udienza)

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280