HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Separazione dei coniugi | (25/12/2016)
Io sono sposato da 24 anni con una donna mauriziana , lei è tornata al suo paese da due anni siamo sposati con la separazione dei beni ,ho acquistato casa e non l'ho messa nell'rogito d'acquisto , lei mi a chiesto il divorzio per poter prendere la pensione al suo paese, volevo chiedere , cosa posso fare per poterla fare a breve tempo e con costi bassi?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Livia Achilli
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 25/12/2016
Nel caso in cui venga meno il vincolo affettivo tra i coniugi e vengano meno altri elementi che fondano il matrimonio, tra gli altri la convivenza, è possibile accedere alla separazione. La separazione è, infatti, necessaria ed obbligatoria, per poter successivamente divorziare. I coniugi possono separarsi consensualmente o giudizialmente. 1. Separarsi consensualmente nel caso in cui siano d’accordo sia sull’iniziativa di separarsi, sia su altri parametri quali, ad esempio, la divisione del patrimonio, corresponsione degli alimenti al coniuge meno facoltoso, l’eventuale corresponsione dell’assegno di mantenimento per il/i figlio/i minore o non autonomo/i economicamente. 2. Separarsi giudizialmente, su iniziativa di uno solo dei due coniugi, che radicherà una vera e propria causa ordinaria avanti il Tribunale, con una pluralità di udienze. 3. In ipotesi di accordo, è prevista anche l’alternativa della negoziazione assistita: una volta raggiunto l’accordo, sarà cura dei due rispettivi avvocati (la negoziazione assistita prevede che ogni coniuge sia rappresentato da un Legale distinto) stendere l’atto di negoziazione ed adempiere le formalità per l’omologa. È un procedimento che ha stesso valore ed efficacia della separazione avanti il Tribunale: si differenzia rispetto a quest’ultima, poiché in tale ipotesi viene meno l’adempimento dell’udienza avanti il Giudice e così è evitato alle Parti il “disagio” di recarsi in Tribunale. *** Venendo alla fattispecie che Lei ci sottopone, parrebbe che entrambi siate d’accordo per interrompere il vincolo matrimoniale: è quindi consigliabile, per risparmio di tempi e costi, procedere con una separazione consensuale (o negoziazione assistita) e, in seguito, con un divorzio consensuale.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280