HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Mantenimento genitori anziani: obblighi?
Separazione dei coniugi | (08/11/2016)
Gent. Avvocato vorrei sapere se si può fare qualcosa per una figli sposata che non si interessa della madre malata di alzhaimer e di un padre di 95 anni. Io sono la altra figlia che vive con i genitori e che lavoro mentre lei è in pensione grazie laura ierace.
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 08/11/2016
Nel soggetto anziano l’incapacità di provvedere, totalmente o parzialmente, al proprio sostentamento è implicita nel suo status: in questa ipotesi, richiamato l’articolo di cui sopra, i figli sono tenuti per legge a versare ai genitori i così detti alimenti. Precisiamo quindi che tutti i figli sono obbligati a contribuire agli alimenti in favore del genitore in stato di bisogno: si badi bene, però, tale obbligo al pagamento in favore dei genitori deve essere in proporzione e con riferimento alle possibilità economiche di ciascun figlio. I c.d. alimenti possono corrispondersi anche in una forma differente dalla mera dazione di denaro: ad esempio, il figlio può adempiere anche ospitando e mantenendo in casa il genitore. *** Nel caso in cui vi sia una pluralità di figli, come emerge nella fattispecie che Lei ci descrive, e che tra gli stessi non vi sia un accordo per una collaborazione al mantenimento degli anziani genitori, occorrerà ricorrere al Tribunale, affinché determini l’ammontare degli alimenti, in proporzione alle capacità economiche dei singoli figli. Infatti, secondo la nostra Legge se i figli obbligati non riescono ad accordarsi circa la misura, le quote e/o le modalità di somministrazione degli alimenti, i provvedimenti del caso saranno assunti dal Presidente del Tribunale. L’azione presso l’Autorità Giudiziaria comporta che venga nominato, anche tra gli stessi figli, un amministratore di sostegno, che agirà in nome e per conto dei genitori (amministrati) e al quale spetterà chiedere il versamento degli alimenti ai figli. Nel Suo caso particolare, sarebbe opportuno anche capire per quanto tempo Lei, eventualmente, abbia contribuito quale unica figlia all’assistenza, anche economica, degli anziani genitori, senza ricevere mai un contributo dalla sorella. Ciò anche al fine di valutare di richiedere a Sua sorella un pagamento quale contributo per gli alimenti arretrati mai versati.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280