HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Separazione: come gestire l'allontanamento dalla casa?
Separazione dei coniugi | (11/04/2018)

Salve,voglio separarmi da mio marito,perché continuiamo a litigare, anche davanti ai figli, e non lo ho amo più, abbiamo problemi economici, non mi sento più soddisfatta come moglie.Volevo sapere se il giorno in cui arriva a lui la lettera dall' avvocato posso andare via di casa, e se posso portarmi i bambini con me.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 11/04/2018

Il matrimonio comporta l'obbligo di convivenza, fedeltà ed assistenza morale e materiale tra i coniugi.

Sin quando non sia avviata la procedura di separazione (e segnatamente dalla prima udienza presidenziale), i coniugi sono pertanto tenuti a vivere nella stessa residenza (c.d. "casa familiare") secondo i precetti del coniugio.

Il coniuge che lasciasse la casa familiare prima della procedura di separazione e in ogni caso senza accordo del marito/moglie, si esporrebbe alla richiesta di addebito con dichiarazione di violazione dei doveri coniugali. Ciò peraltro potrebbe avere risvolti negativi circa l'eventuale assegno di mantenimento in favore del coniuge meno abbiente. 

****

Profilo rispetto al quale occorre essere ancor più cauti concerne il rapporto di filiazione. L'indirizzo della vita dei figli minori deve essere condiviso da entrambi i genitori: in tale contesto rientra anche la collocazione degli stessi presso uno o l'altro genitore ovvero presso una nuova e diversa residenza rispetto alla casa familiare.

Una iniziativa arbitraria e non condivisa tra i coniugi circa il destino della prole può comportare risvolti sia penali che civili. Resta fermo che possano essere assunte decisioni immediate e non condivise, per tutelare l'incolumità fisica e psichica dei minori.

****

Laddove lasciare l'attuale residenza fosse un'esigenza immediata e improcrastinabile, il suggerimento è di provare a condividere con il marito uno scritto dal quale emerga la consapevolezza di entrambi della situazione attuale, che documenti come ogni decisione assunta sia nota e, per quanto possibile, condivisa.

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280