HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Separazione e comunione dei beni: cosa succede?
Separazione dei coniugi | (09/01/2018)
Se sono in comunione dei beni, mio marito lavora in proprio...durante la separazione anche il conto della ditta viene preso in considerazione?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Livia Achilli
Risposta del 09/01/2018
Per rispondere al Suo quesito, Le diciamo subito che la separazione dei coniugi, sia essa consensuale o giudiziale, rientra tra le cause di scioglimento della comunione legale, con conseguente diritto di ciascun coniuge a chiedere la divisione dei beni. Lo scioglimento della comunione decorre dalla sentenza di separazione o dal provvedimento con cui il Tribunale omologa l’accordo raggiunto dai coniugi in sede di separazione consensuale; una volta sciolta la comunione, i coniugi possono dividere i beni, in parti uguali. Lo possono fare di comune accordo con un contratto, oppure giudizialmente, cioè chiedendo al Giudice di determinare le rispettive quote. Con riferimento alla Sua richiesta, specifichiamo che, con lo scioglimento della comunione, tutto il denaro liquido (che provenga dal lavoro di uno solo dei coniugi o dalle singole attività di entrambi, sebbene in misura diversa per ciascuno di essi) deve comunque essere diviso in parti uguali. Pertanto nel caso di specie, se l’attività lavorativa di Suo marito consiste in una ditta individuale, tutti i proventi di tale attività dovranno essere ripartiti tra di Voi al 50%. Rammentiamo comunque che non devono essere conteggiati tra i beni da dividere quelli che appartenevano ai coniugi prima del matrimonio o quelli pervenuti per successione o donazione: essi infatti non ricadono nella comunione.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280