HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Contratto di convivenza e pensione di reversibilità del ex marito deceduto
Unioni civili e Convivenza | (25/04/2018)

Buonasera. Volevo porre questa mia domanda: da circa 3 anni che convivo con la mia compagna in una casa in affitto. Volevamo creare una convivenza di fatto registrata in comune e acquisire vari diritti. La mia domanda era visto che lei è vedova e percepisce solo la pensione di reversibilita del marito di 800 euro perché non avendo mai lavorato lei non ha una pensione e per lei questi servono per vivere. Facendo la convivenza di fatto lei perde il diritto a questa pensione o vale solo per le unioni civili? La ringrazio anticipatamente per l'attenzione

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 25/04/2018

La dichiarazione di convivenza di fatto e l'eventuale contratto di convivenza non escludono che il convivente di fatto, che già percepisca una pensione di reversibilità, mantenga il diritto a riceverla.

Tale effetto deriva dal momento che la convivenza di fatto non darà, quale sua conseguenza, il diritto a ricevere una nuova e diversa pensione di reversibilità in caso di dipartita del convivente. Non si genera quindi un conflitto tra una situazione attuale (diritto alla pensione di reversibilità attualmente ricevuta) e futura (pensione di reversibilità del convivente, che non è prevista dalla legge).

In concreto, la convivenza di fatto - anche dove sussista un contratto di convivenza - non matura alcun diritto alla reversibilità (del convivente) per il superstite e quindi non  comporta la perdita della precedente eventuale pensione.

****

Pertanto Ella e la Sua compagna potete senza indugio dichiarare all'anagrafe competente la convivenza di fatto e, qualora lo riteniate, concludere un contratto di convivenza: la Sua compagna avrà diritto a continuare a percepire la pensione di reversibilità attuale. 

L'unione civile esclude, invece, di poter continuare a ricevere la pensione di reversibilità già riconosciuta. Come sopra spiegato, tale venir meno del diritto si realizza poichè l'unione civile, al contrario della convivenza di fatto, farà sorgere il diritto a ricevere la pensione di reversibilità dell'unito.

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280