HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Negoziazione assistita: cosa è e suo iter

Area legale: Separazione dei coniugi
Avvocato Accanto

Cosa è

Il decreto legge 132/2014 ha introdotto la convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati per le soluzioni consensuali di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

E’ quindi applicabile sia alla separazione consensuale che al divorzio congiunto.

Il legislatore ha previsto la possibilità per le parti coinvolte di sostituire il procedimento di fronte al tribunale attivando un percorso di negoziazione assistita da avvocati, che eviti quindi l’intervento di un magistrato.

È un accordo mediante il quale le parti convengono di cooperare in buona fede e con lealtà per risolvere la controversia.

L’accordo raggiunto produce gli effetti e tiene luogo del provvedimento giudiziale di separazione personale, di divorzio e di modifica delle condizioni della separazione o del divorzio.

E’ possibile anche per i coniugi con prole minorenne, maggiorenne non autosufficiente, incapace o con handicap grave, accedere a tale procedura.

 

Iter

  1. Il procedimento di negoziazione assistita da avvocati, ha inizio con la sottoscrizione di una convenzione o con l’invito alla negoziazione assistita, secondo quanto stabilito negli articoli 2, 3 e 4 del decreto legge 132/2014. L’invito alla negoziazione è una sollecitazione a stipulare la convenzione di negoziazione assistita indicando l’oggetto della controversia.
  2. In seguito si procede alla stesura dell’accordo che contiene le condizioni di separazione e divorzio, che possono riguardare l’affidamento o il mantenimento dei figli, l’assegno di mantenimento per il coniuge o i trasferimenti di tipo patrimoniale.
  3. Una volta che l’accordo è stato raggiunto a seguito della negoziazione, il procedimento si diversifica qualora la coppia abbia figli minori, maggiorenni non autosufficienti, portatori di handicap o incapaci.

3.1 Il comma 2 dell’art. 6 del decreto legge 132/2014 prevede che per le coppie senza figli, l’avvocato invia l’accordo sottoscritto al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente. Il controllo della procura si limiterà alla “regolarità”. Successivamente, il Tribunale appone sull’accordo il nullaosta del P.M.

3.2 Nel caso di presenza di figli minori, maggiorenni non autosufficienti e portatori di handicap o incapaci, la disposizione di legge prevede che l’accordo debba essere inviato alla Procura entro il termine di dieci giorni. Il P.M. lo autorizza se le condizioni sono rispondenti all’interesse dei figli. In caso contrario lo trasmette al Presidente del Tribunale che fisserà, entro i successivi trenta giorni, un’udienza per la comparizione delle parti.

  1. Ottenuti i suddetti nullaosta o autorizzazioni, l'avvocato della parte è obbligato a trasmettere, entro dieci giorni dalla stipula dell'accordo, una copia autenticata dell'accordo stesso all'ufficiale dello stato civile del Comune in cui il matrimonio è stato iscritto o trascritto.

 

L'accordo raggiunto con l'aiuto degli avvocati produce gli effetti e tiene luogo del provvedimento giudiziale di separazione personale, di divorzio, di modifica delle condizioni della separazione o del divorzio.

 

Articoli collegati

Comunione legale dei beni: come funziona?
Leggi >
Mantenimento figli maggiorenni
Leggi >
Divorzio e Tenore di vita: decisione storica in Cassazione
Leggi >

Argomenti correlati

Regime patrimoniale della famiglia
Leggi >
Comunione legale dei beni e acquisti: cosa prevede?
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Crocefisso 6 Milano 20122
tel. 02 3664 4280