HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Società di capitali

Area legale: Diritto delle società
Avvocato Accanto

Le società di capitali, a differenza delle società di persone, sono dotate di personalità giuridica, che prevede la totale separazione tra l’ente-società e i soci che ne fanno parte. In sintesi, con la costituzione della società (di capitali), si viene a creare, per la legge, un nuovo soggetto di diritto che, in quanto tale, è totalmente “separato” sotto tutti i profili, primo fra quello patrimoniale, dalle persone che lo hanno costituito, i soci appunto.

 

Quali persone giuridiche le società di capitali hanno quindi un proprio patrimonio: godono della così detta autonomia patrimoniale perfetta, nel senso che il patrimonio sociale è separato e distinto da quello personale dei singoli soci. Da ciò deriva che i creditori della società possono agire esclusivamente sul patrimonio della società, ma non su quello dei singoli soci. Ed il creditore del singolo socio può soddisfarsi solo ed esclusivamente sul patrimonio del debitore, ma non su quello dell'ente.

I soci beneficiano quindi, rispetto ai debiti e alle obbligazioni assunte dalla società, di una responsabilità limitata. Possono infatti rispondere – dei debiti e delle obbligazioni sociali - solo ed esclusivamente nei limiti di quanto hanno conferito in società per diventare soci (cioè, se si tratta di un apporto di denaro, nei limiti della somma versata alla società).

Il capitale sociale può essere formato da azioni o quote a seconda della tipologia societaria.

 

Nello specifico si individuano tre tipi di società di capitale:

 

A- società per azioni (che può avere anche un unico azionista);

B- società in accomandita per azioni

C- società a responsabilità limitata (che può avere anche un unico socio). 

 

A) La società per azioni (S.p.a.)

La società per azioni si costituisce con atto notarile che deve essere registrato e poi depositato presso l’Ufficio di Registro della Camera di commercio. L’atto si compone di due documenti: l’atto costitutivo (nel quale sono indicati gli elementi essenziali della società e lo statuto (in cui sono definite le norme di funzionamento della società, amministrazione, assemblee, ecc.).

Per costituire una Spa è necessario un capitale sociale minimo di € 50.000,00 di cui almeno il 25% deve essere versato presso un istituto di credito al momento della costituzione e resta vincolato fino all’iscrizione nel registro delle imprese.

 

Il capitale sociale è diviso in azioni. La società può emettere per la raccolta di capitali vari tipi di azioni, tra cui, quelle di maggior diffusione sono le azioni ordinarie, le azioni privilegiate, le azioni di risparmio.

 

Il socio che possiede azioni ordinarie ha diritto di voto su tutte le materia che coinvolgono il generale funzionamento della società, quali l’approvazione del bilancio d’esercizio, la nomina degli amministratori e dei sindaci, le decisioni in ordine alla distribuzione dei dividendi, nonché le decisioni di natura straordinaria concernenti la modifica dell’atto costitutivo (denominazione sociale, capitale sociale, regole di funzionamento della società ecc.).

 

Le azioni privilegiate, invece, garantiscono al possessore taluni privilegi di natura patrimoniale, quali la precedenza nella distribuzione degli utili oppure il diritto a un dividendo superiore a quello delle altre azioni.

 

Le azioni di risparmio garantiscono privilegi per ciò che concerne la ripartizione degli utili, ma escludono il diritto di voto.

 

L’organizzazione della S.p.a. può configurarsi secondo il modello così detto tradizionale – l’unico in questa sede esaminato: in cui gli organi sociali preposti a garantire il funzionamento della società individuato per legge sono:

 

- l’assemblea, investita del potere deliberativo,

- l’organi amministrativo, investito del potere gestionale ed esecutivo,

- l’organo di controllo, investito, appunto del controllo sulla gestione e amministrazione della società.

 

Organo amministrativo ed organo di controllo sono nominati dall’assemblea dei soci.

 

A.1) La società per azioni uni personale

Il socio unico e? tenuto a versare il 100% del capitale sociale, indicato nell'atto costitutivo, fin dal momento della costituzione. L’/Gli amministratore/i della società? sono tenuti a dare pubblicità? dell’esistenza di un socio unico nel registro delle imprese – tale circostanza deve essere menzionata anche negli atti e nella corrispondenza della società.

 

All’atto della costituzione deve essere versato l’intero ammontare del capitale sociale.

 

Il socio unico fondatore può? essere sia una persona fisica o una persona giuridica.

 

B) La società in accomandita per azioni (S.a.p.a.)

La società in accomandita per azioni è una società di capitali, il cui capitale sociale è diviso in azioni, ed è caratterizzata dalla presenza di due categorie di soci:

 

- soci accomandanti che concorrono alla formazione del capitale sociale, non possono amministrare la società e rispondono delle obbligazioni sociali nei limiti del conferimento;

- soci accomandatari amministratori di diritto della società a tempo indeterminato (possono essere revocati dall’assemblea straordinaria) rispondono illimitatamente delle obbligazioni sociali.

 

La ragione sociale deve contenere il nome di uno dei soci accomandatari con l’indicazione s.a.p.a.

 

Alla s.a.p.a. si applicano tutte le norme dettate per la spa, con talune modifiche dovute alla presenza dei soci accomandatari.

L’assemblea è costituita da tutti i soci e la maggioranza si forma in base alle quote di capitale posseduto da ogni socio, indipendentemente che siano accomandanti o accomandatari.

 

C) La società a responsabilità limitata (S.r.l.)

La S.r.l. è il modello di società più diffuso in Italia per lo svolgimento di attività commerciali. Sotto il profilo organizzativo-patrimoniale, la S.r.l. presenta numerose analogie con la S.p.a. In particolare essa gode di autonomia patrimoniale perfetta in quanto per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il suo patrimonio. La S.r.l., come le altre tipologie di società di capitale, deve costituirsi per atto pubblico che deve essere iscritta nel registro delle imprese.

 

Il capitale sociale, dell’ammontare minimo di € 1 deve essere integralmente sottoscritto ed almeno il 25% dei conferimenti di denaro deve essere versato all’atto della sottoscrizione.

 

E’ ammesso il conferimento di opera o di servizi, a condizione che il socio presti alla società una polizza assicurativa o una fideiussione bancaria a garanzia degli obblighi assunti e per l’intero valore ad essi assegnato.

 

I diritti sociali spettanti ai soci sono attribuiti in misura proporzionale alla partecipazione da ciascuno posseduta, salva la possibilità di attribuire ai singoli soci dei particolari diritti relativi all’amministrazione della società o alla distribuzione degli utili.

 

Il modello decisionale principale è quello dell’assemblea collegiale per le decisioni maggiormente rilevanti.

Per quanto attiene all’organo amministrativo è prevista la massima autonomia allo statuto, prevedendo un’ampia libertà di scelta in ordine alla configurazione del rapporto di amministrazione, alla individuazione delle persone cui affidare l’amministrazione ed alla determinazione del metodo secondo il quale esse sono chiamate ad operare.

 

C.1) La S.r.l. unipersonale

Esiste la possibilità che la S.r.l. sia costituita da un unico socio. Negli atti e nella corrispondenza della società deve essere fatta espressa menzione dell’esistenza di un socio unico e all’atto della costituzione della società il conferimento in denaro deve essere interamente versato.

 

Generalmente l’unico socio è anche amministratore unico. Tuttavia è possibile che il socio affidi l’amministrazione ad altri soggetti.

 

All’atto della costituzione deve essere versato l’intero ammontare del capitale sociale. 

L’unico socio perde il beneficio della responsabilità limitata, in caso d’insolvenza della società, esclusivamente alla ricorrenza di seguenti presupposti:

 

  • mancato versamento dell’intero ammontare dei conferimenti in denaro all’atto della costituzione

 

Articoli collegati

Covid-19, l’impatto nelle relazioni commerciali tra imprese: intervista ad Aaron Pugliesi – Segretario Generale e CEO della Camera di Commercio Britannica per l’Italia (2020)
Leggi >
Società e impresa: cosa sono
Leggi >
Impresa individuale e Impresa di famiglia
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280