HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Condominio | (27/06/2019)
Il termini di 180 giorni per presentare il rendiconto condominiale è o non è perentorio ? Se lo fosse, è possibile richiedere la revoca giudiziale a partire dal 181’ giorno o ci sono delle tolleranze di qualche giorno previste ad es perchè l’amministratore è subentrato a metà anno di riferimento per il rendiconto?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Egidio  Rossi
Avvocato Egidio Rossi
Risposta del 27/06/2019

Occorre premettere che l'obbligo dell'amministratore di rendere il conto della gestione condominiale è previsto espressamente dall'art. 1130 Codice Civile, comma 1 n. 10, a norma del quale l'amministratore deve "redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l'assemblea per la relativa approvazione".

La perentorietà del termine non è chiara, ma è desumibile da quanto previsto dall'art. 1129 Codice Civile, comma 10, secondo il quale la mancata presentazione del rendiconto condominiale da parte dell'amministratore costituisce motivo di revoca giudiziale, in quanto considerata grave irregolarità di gestione.

Si tenga presente che la norma non fa alcun riferimento alla perentorietà, o meno, del termine, ma parla di mancata presentazione del rendiconto (ovvero, mancata presentazione del ricorso nel termine previsto dalla legge). Sul punto, una sentenza del Tribunale di Taranto (21 settembre 2015), ha considerato grave irregolarità la presentazione del rendiconto oltre il termine di 180 giorni, addirittura anche se il rendiconto è stato approvato dall'assemblea.

In verità la giurisprudenza, a riguardo, non è uniforme in quanto in altre sentenze (Trib. Santa Maria Capua Vetere 28 maggio 2015), i giudici hanno statuito che il mancato rispetto del termine dei 180 non deve essere considerato automaticamente causa di revoca giudiziale dell'amministratore, in quanto vanno valutati in concreto i motivi che hanno condotto a quel ritardo (es, per difficoltà nella ricostruzione contabile dell'amministrazione del condominio per difficoltà nel passaggio di consegne con il vecchio amministratore).

Per quanto riguarda la decorrenza del termine per la presentazione del rendiconto, i 180 giorni decorrono dalla chiusura dell'anno di gestione ovvero, ad esempio, se la gestione si chiude il 31/12 il rendiconto andrà presentato entro il 30/6, e l'adempimento andrà effettuato dall'amministratore in carica (che, nel caso presentato, ha gestito comunque la metà dell'anno contabile).

 

Avvocato Egido Rossi

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280