HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Mutuo e comportamento scorretto della banca: che fare?
Diritto bancario | (16/06/2017)
Ho fatto richiesta di mutuo per l'acquisto di un appartamento ma prima che si chiudesse la pratica ed uscisse il perito della banca per effettuare la perizia mi hanno cambiato i tassi di interesse motivando in un primo momento che questo era dovuto al cambio di durata, non avendo fondamento questa scusa perchè il tasso sarebbe stato lo stesso (avendo usufruito di una promozione) hanno asserito che la modifica del tasso fosse dovuto all'errato valore dell'immobile (anche questa senza fondamento perchè il perito non era mai uscito per la perizia) ho quindi deciso di annullare tutto e così la mia pratica è stata chiusa. Ora a distanza di un mese mi sono visto addebitare sul conto 1000€ per la pratica del mutuo e l'uscita del perito. Come posso difendermi e farmi rimborsare?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 16/06/2017
In merito al Suo quesito, la questione risulta strettamente connessa alla valutazione del comportamento tenuto dalla Banca nella trattazione della pratica di richiesta mutuo, che deve richiamarsi al generale obbligo “di buona fede e correttezza” previsti in tema di “trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari”. Ciò detto, è altresì previsto che nella fase precontrattuale – in assenza di un diverso accordo tra le parti – ciascuna parte sia, comunque, chiamata a sopportare le relative spese, senza poter in alcun modo pretendere dall’altra parte, nel caso di interruzione della trattativa, alcuna somma a titolo di rimborso spese e/o di penale per il caso di (legittimo) recesso dalla trattativa medesima. Pertanto, nel suo caso di specie, verifichi inizialmente se abbia sottoscritto un’autorizzazione della Banca ad effettuare una perizia sull’immobile e il contenuto delle relative condizioni in esse indicate (ad es. costi, penali,etc.). Qualora non risultasse ciò, Le suggeriamo di presentare formale reclamo alla Banca – attraverso i canali previsti dall’Istituto bancario stesso - per chiedere il rimborso della somma a fronte sia della violazione degli obblighi di buona fede e correttezza che hanno impedito il prosieguo delle trattative sia di una mancata ed espressa accettazione dell’addebito della perizia. Qualora la Banca dovesse rigettare il Suo reclamo e ci fossero gli estremi per proseguire, Le ricordiamo che potrà rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) senza l’assistenza di un legale. Quest’ultimo è un sistema di risoluzione alternativa delle controversie che possono sorgere tra i clienti e le banche e gli altri intermediari in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari; rappresenta un'opportunità di tutela più semplice, rapida ed economica rispetto a quella offerta dal giudice ordinario.

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280