HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
HELP
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Q&A
Diritto Penale | (13/06/2019)
Buonasera ,sono un ex arbitro di calcio e per esprimere un gesto significativo nei confronti della mia sezione, ho bruciato la mia divisa da gara. La domanda è, essendo che la aia e la Figc sono organi nazionali, può essere considerato Vilipendio alla Bandiera? Premetto che la maglia è di mia appartenenza giacché acquistata. Grazie, distinti saluti
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
avvocato Nadia Mungari
Avvocato Nadia Mungari
Risposta del 13/06/2019

Per quanto astrattamente sarebbe possibile ricondurre la Sua condotta nella fattispecie di "Vilipendio o danneggiamento alla bandiera o ad altro emblema dello stato", di cui all'art. 292 del Codice Penale, potendo teoricamente rientrare nella categoria di "emblema dello Stato" anche il simbolo della FIGC che riprende i colori della bandiera italiana, nella casistica giurisprudenziale si dà una concreta interpretazione della norma in termini tali da non considerare penalmente rilevante il Suo comportamento.

In particolare, la Suprema Corte di Cassazione si è epressa affermando che nel concetto di "emblema dello Stato" sucettibile di essere vilipeso non può rientrare qualunque simbolo pur riportante i colori della predetta bandiera ma non riconducibile in via immediata e diretta agli organi/istituzioni dello stato (come ad esempio i simboli ministeriali).

Conseguentemente, la Sua condotta non può considerarsi penalmente rilevante.

Avvocato Nadia Mungari

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280