HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Quali sono le condizioni del contratto di apprendistato in caso di mancato recesso?
Diritto del lavoro | (04/09/2019)

Salve, sono una ragazza di ... anni, assunta come apprendista ..... part time 30 ore settimanali nel commercio (5' livello) in un'azienda che ha meno di 15 dipendenti. Il ... ottobre scade il mio contratto di apprendistato. L'azienda per la quale lavoro vorrebbe tenermi ma con un contratto di part time flessibile di 20 ore settimanali. Ovviamente io preferirei rimanere a 30 ore. E' legale quello che l'azienda vuole fare? Come può l'azienda assumermi a 20 ore se l'apprendistato si rinnova automaticamente a 30 ore? Dovrebbe licenziarmi prima che finisca l'apprendistato e poi propormi un part time? Con quanti giorni di preavviso dovrebbe licenziarmi? (e immagino che debba esserci un giustificato motivo, nel caso non ci sia posso impugnare il licenziamento?) Se invece vuole aspettare il termine dell'apprendistato per recedere, mi deve dare un preavviso? Non può assumermi a 20h se recede giusto? In questi ultimi 2 casi, mi spetta un risarcimento? Grazie per la risposta.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Egidio Rossi
Risposta del 04/09/2019

Per rispondere all'articolato quesito sottopostoci, occorre premettere che il contratto di apprendistato è da considerarsi a tutti gli effetti un contratto a tempo indeterminato, come precisato anche da una recente sentenza della Corte di Cassazione (n. 17373 del 13 luglio 2017).

In sostanza, se al termine del periodo formativo (considerando anche il periodo di preavviso) non interviene il recesso da parte datoriale o da parte dell'apprendista, il rapporto di lavoro prosegue a tempo indeterminato alle medesime condizioni pattuite in sede di assunzione in apprendistato (nel Suo caso, part time 30 ore settimanali).

Qualora, invece, il Suo datore di lavoro volesse modificare le attuali condizioni del rapporto di lavoro (da part time 30 ore a part time flessibile di 20 ore settimanali), dovrebbe comunicarLe il formale recesso al termine del periodo di formazione (osservando il preavviso previsto dal CCNL applicabile, facendo riferimento al periodo di preavviso previsto per il livello con cui si era inquadrati da apprendista), e sottoporLe un nuovo contratto a condizioni diverse.

Si tenga presente che il recesso effettuato al termine del periodo formativo, e con rispetto del termine di preavviso, non necessita di particolari motivazioni.

Qualora, invece, il recesso dovesse essere operato dal datore di lavoro prima del completamento del periodo formativo, dovrebbero sussistere i presupposti della giusta causa o del giustificato motivo (oggettivo o soggettivo), in mancanza dei quali potrebbero essere valutate azioni volte ad impugnare il recesso e richiedere le indennità di legge previste per il licenziamento illegittimo in una realtà lavorativa con meno di 15 dipendenti.

 

Avvocato Egidio Rossi

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280