HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Obblighi del venditore

Area legale: Diritto del Consumatore
Avvocato Accanto

Al fine di garantire la piena tutela al consumatore, sono previsti in capo al professionista-venditore una serie di obblighi informativi che devono essere adempiuti prima della conclusione del contratto, nel rispetto dei principi di lealtà e buona fede. Il mancato rispetto di tale obbligo espone il professionista ad una richiesta di risarcimento dei danni da parte del consumatore.

Le informazioni precontrattuali (ossia prima della stipula del contratto) devono essere fornite in modo chiaro e comprensibile, con ogni mezzo adeguato alla tecnica di comunicazione a distanza utilizzata e nel rispetto del principio generale di trasparenza.

Il professionista-venditore ha inoltre l’obbligo di confermare l’offerta al consumatore, il quale sarà vincolato solo dopo averla sottoscritta e dopo averla accettata per iscritto. Tale obbligo comporta l’invio al consumatore di una conferma scritta delle informazioni già fornite al momento della conclusione del contratto aggiungendo, inoltre quelle relative:

- alle condizioni e modalità di esercizio del diritto di recesso;

- all’indirizzo geografico della sede del professionista a cui il consumatore può presentare reclami;

- ai servizi di assistenza ed alle garanzie commerciali esistenti;

- alle condizioni di recesso dal contratto in caso di durata indeterminata.

Il mancato adempimento degli obblighi previsti in capo al professionista venditore comporta una serie di sanzioni, tra i quali i più importanti sono: 

- l’ampliamento del termine per l’esercizio del diritto del consumatore di recedere dal contratto: qualora il professionista non fornisca al consumatore le informazioni sul diritto di recesso, il periodo di recesso termina dodici mesi dopo la fine del periodo di recesso iniziale (ossia dopo 12 mesi e 14 giorni);

- la nullità del contratto per indeterminatezza dell’oggetto, dovuta alla mancata informazione sulle condizioni contrattuali (in tal caso il contratto non produce alcun effetto ed è come se non fosse mai venuto ad esistenza).

La garanzia del venditore sui beni di consumo

Qualora un bene, venduto al consumatore, presenta vizi di produzione o di conformità, il consumatore acquirente può rivolgersi direttamente al venditore al fine di ottenere uno dei rimedi previsti dalla legge, quali la riparazione o sostituzione con un bene analogo, ovvero, qualora sia possibile, una riduzione adeguata del prezzo o la risoluzione del contratto. Le spese di spedizione, di mano d’opera e di materiali non possono in alcun modo essere imputate al consumatore.

Fondamentale è che il consumatore conservi lo scontrino fiscale che attesti luogo e data di acquisto del prodotto oggetto di eventuali contestazioni. E’ il venditore, infatti, e non il produttore, che deve farsi carico di offrire la soluzione al consumatore. Quest’ultimo potrà rivolgersi direttamente al negozio in cui ha effettuato l’acquisto e pretendere che il venditore risolva, con la massima attenzione, il problema, salvo poi rivalersi nei confronti del produttore.

La garanzia legale è irrinunciabile e non può essere limitata qualitativamente o quantitativamente.

Il Codice del consumo stabilisce, in tal senso, che ogni clausola contrattuale che limita i diritti del consumatore riconosciuti dalla legge è da considerarsi nulla. 

Il venditore, pertanto, è responsabile, per i vizi del prodotto, per un periodo di 2 anni dal momento dell’acquisto, o meglio dalla consegna. Il consumatore, a sua volta, ha l’onere di comunicare al venditore l’esistenza del vizio o difetto di conformità del bene entro 2 mesi dalla data in cui ne viene a conoscenza.

Di fatto, dunque, la garanzia opera per 26 mesi dalla data di acquisto.

 

 

 

 

 

 

Articoli collegati

Chi è il consumatore
Leggi >
Pratiche commerciali sleali
Leggi >
Contratto a distanza
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280