HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Accettazione dell'eredità

Area legale: Eredità e Successioni
Avvocato Accanto

Il patrimonio ereditario si trasmette automaticamente all’erede o bisogna accettare l’eredità?

 

Il patrimonio ereditario non si trasmette automaticamente all’erede quando viene a mancare il defunto. L’erede deve accettare l’eredità.

L’accettazione dell’eredità può essere espressa o tacita:

  • si parla di “accettazione espressa” nel caso in cui l’erede dichiari la sua volontà di accettare l’eredità con atto pubblico o scrittura privata,
  • mentre si parla di “accettazione tacita” quando il chiamato all’eredità compie un atto che presuppone la sua volontà di accettare l’eredità (ad esempio inizi ad utilizzare i beni del defunto come se ne potesse disporre, quindi come se ne fosse divenuto proprietario, il che implicherebbe appunto l’accettazione dell’eredità).

 

Entro quanto tempo posso accettare l’eredità?

E’ necessario distinguere due marco ipotesi:

  • Se l’ erede è nel possesso dei beni ereditari, ossia se ne ha la disponibilità materiale, allora entro tre mesi dalla morte dell’interessato potrà: rinunciare all’eredità oppure accettare l’eredità con beneficio di inventario. Decorsi i tre mesi senza avere scelto una delle due opzioni sopra menzionate l’erede subentrerà       automaticamente nel patrimonio ereditario e, conseguentemente, risponderà degli eventuali debiti ereditari con tutto il proprio patrimonio personale (qualora il patrimonio ereditato non sia sufficiente). In altri termini, decorso tale termine, a prescindere dalle valutazioni dell’erede, si considererà come se questi abbia accettato l’eredità.

 

  • Se invece l’ erede non è nel possesso dei beni del defunto, avrà fino a dieci anni di tempo dal decesso per accettare l’eredità oppure rinunciare. Trascorso questo termine il patrimonio ereditario si devolve agli eredi “successivi”, cioè quei soggetti cui per legge, nell’ordine stabilito dalla legge stessa, spetta il diritto all’eredità.

 

Posso accettare l’eredità in modo parziale? Posso accettare l’eredità ponendo delle condizioni?

L’accettazione dell’eredità può avere ad oggetto solo l’intero patrimonio del defunto e può essere fatta soltanto incondizionatamente e senza termini. Non è ad esempio possibile quindi per il chiamato all’eredità subordinare la propria accettazione dell’eredità all’avverarsi o meno di certi fatti.

 

Cosa si intende per accettazione dell’eredità pura e semplice oppure per accettazione dell’eredità con beneficio di inventario?

Con l’accettazione dell’eredità pura e semplice prevede che l’erede subentri in tutto il patrimonio del defunto, quindi anche nei debiti di quest’ultimo.

Per evitare il rischio di rispondere dei debiti ereditari anche con il proprio patrimonio personale (quando il valore dei beni lasciati dal defunto non è sufficiente a soddisfare i creditori), l’erede può accettare con beneficio d’inventario.

 

L'accettazione con beneficio di inventario è una procedura stabilita dalla legge che consente all’erede di tener separato il proprio patrimonio da quello del defunto, verificando da un lato la consistenza dell’eredità, dunque l’entità dei debiti in capo al patrimonio ereditario e dall’altro liquidando i creditori del defunto.

 

Se il defunto ha lasciato più debiti che altro, si può rinunciare all’eredità?

E’ possibile rinunciare all'eredità fino a che l’eredità stessa non viene accettata. Dunque: entro tre mesi per gli eredi che si trovano nel possesso dei beni ereditari. Entro dieci anni per quelli che invece non hanno il possesso dei beni ereditari.

 

Ciasuna delle situazioni sopra descritte richiede un esame attento delle norme di riferimento. Si raccomanda di rivolgersi sempre al proprio avvocato o nataio di fiducia per ottenere una consulenza legale che consenta di affrontare adeguatamente le problematiche del caso concreto.

Articoli collegati

Comunione ereditaria sull'immobile. Come posso gestire la mia quota e le spese?
Leggi >
Divisione ereditaria
Leggi >
Eredità giacente: cos’è e come funziona? Ecco la guida del nostro avvocato esperto in successioni ereditarie
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280