HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Divieto di concorrenza per il lavoratore: come funziona?
Diritto del lavoro | (22/04/2018)

Buongiorno, ho un contratto a tempo indeterminato full time C.C.N.L metalmeccanico. Avendo questo tipo di contratto, potrei legalmente svolgere prestazioni, che non generino conflitto di interessi, con aziende terze in ritenuta d'acconto? Grazie, saluto cordialmente.

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Avvocato Carla Etzi
Risposta del 22/04/2018

L'art. 2105 Codice Civile prevede che:<<Il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l'imprenditore...>>.

Quindi ciò a cui bisogna fare bene attenzione è che le attività di lavoro autonomo che lei svolgerà in favore di aziende terze non rientrino in un settore in concorrenza con il suo datore di lavoro ovvero non siano rese per un diretto concorrente del suo datore di lavoro. Non dovrà neppure svolgerle le suddette attività durante l'orario di lavoro in cui è a disposizione del suo datore di lavoro.

C'è infine un altro aspetto che le consiglio di verificare. Difatti, il Ccnl Metalmeccanici non contiene alcuna previsione sul punto, ma le consiglio di accertarsi che nel suo contratto individuale, nelle policy aziendali, nel codice etico e/o nel regolamento interno aziendale non vi sia una qualche previsione che le vieta di svolgere qualsiasi tipo di attività in favore di terzi.

 

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280