HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Come posso fare a cedere il mio mutuo ad una terza persona?
Famiglia | (28/06/2018)

Egr. Avvocato, Ho un mutuo a me intestato saldato regolarmente per più del 50% purtroppo le mie condizioni di salute di sono aggravate a tal punto da non poter far più nulla, convivo legalmente con una donna di 37 anni che lavora in partita iva. Con l’ausilio di un garante solido, posso far trasferirle il mio mutuo? La ringrazio anticipatamente

Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 28/06/2018

Nella maggior parte dei casi, quando si decide di accendere un mutuo, gli istituti bancari richiedono come forma di garanzia la cosiddetta figura del garante. Ovvero la presenza di una persona che, nel momento in cui il mutuatario non riesce più a risarcire il finanziamento alla banca, interviene facendosi carico dell'estinzione del credito.

La cessione del credito consiste in un contratto che offre la possibilità a un possessore di credito (da mutuo, finanziamento, prestito) di cedere quest’ultimo ad altri soggetti. Quest’operazione non modifica la natura del credito, bensì il “rapporto di obbligazione” che vi è alla base e che vincola un soggetto a restituire il denaro ricevuto.  Il credito, quindi, viene ceduto con le medesime garanzie personali e reali che sono gli accessori del contratto inizialmente definito tra cliente e Istituto Finanziario.

Trovando un buon garante il mutuo può essere ceduto ad altra persona a determinate condizioni:

  • Il Creditore deve essere informato del “cambio” del proprio debitore. Non è necessario alcun consenso, bensì la comunicazione dei dati del nuovo soggetto che acquisisce il credito.
  • Chi attua la cessione deve essere titolare del credito e ha l’obbligo di accertarsi che la legge gli permetta di cedere a terzi il credito stesso.
  • Quando il trasferimento è a titolo oneroso, il creditore-cedente deve fornire garanzie dell’esistenza del credito secondo l’art. 1266 del Codice Civile. La garanzia non è richiesta se il trasferimento avviene a titolo gratuito.

Cessione a titolo gratuito e a titolo oneroso

 

Queste sono le due possibilità per definire il procedimento di cessione del credito. Vediamole nel particolare:

  • A titolo gratuito: la cessione avviene come se si trattasse di una donazione e il creditore cedente garantisce la nuova proprietà del credito.
  • A titolo Oneroso: il creditore cedente riceve dal nuovo cessionario (chi acquisisce il credito) una controprestazione ma, come specificato su, deve garantire l’esistenza del credito.

 

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280