HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI

Successione necessaria

Area legale: Eredità e Successioni
Avvocato Accanto

Che cos’è la successione necessaria ?

Come regola generale, chiunque può per testamento decidere la sorte del proprio patrimonio dopo la propria morte. La legge pone un unico limite a tale liberà, a tutela dei famigliari più stetti, i così detti Legittimari. Questi hanno infatti diritto di ricevere una determinata quota del patrimonio del defunto, a prescindere da quanto quest’ultimo ha disposto con testamento. Si tratta della così detta quota di legittima o porzione indisponibile. Per cui, se il defunto con il proprio testamento ha leso la porzione di patrimonio ereditario che spetta per legge ai legittimari, questi possono impugnare il testamento.

 

I Legittimari, tassativamente individuati dalla legge, sono: il coniuge superstite, figli, genitori.

 

I legittimari non devono essere confusi con i successori legittimi cioè con coloro ai quali l'eredità è devoluta per legge in mancanza di testamento.

 

 

Quali sono le quote che spettano ai legittimari?

 

Quote che spettano ai legittimari

situazione familiare

quota figlio/figli

quota coniuge

quota ascendenti

Coniuge con un figlio

1/3

1/3

niente

Coniuge   con più figli

1/2

1/4

niente

Solo un figlio

1/2

-

niente

Solo più figli

2/3

-

niente

Solo coniuge

-

1/2

-

Solo coniuge e ascendenti

-

1/2

1/4

Solo ascendenti

-

-

1/3

 

 

Cosa fare se la quota legittima viene lesa?

Quando la quota di legittima viene intaccata per effetto del testamento o donazioni disposte in vita si parla di lesione di legittima.

Per reintegrale la quota di legittima è necessario che l’erede promuova un’azione giudiziaria denominata azione di riduzione. In base all’azione di riduzione il Giudice dovrà accertare l’effettività della lesione lamentata dal legittimario e, quindi, reintegrare la quota di eredità nella misura stabilita dalla legge.

Ai fini dell’azione di riduzione si ricorda che le donazioni fatte in vita dal defunto sono considerate come anticipazioni dell’eredità. Pertanto, nel determinare l’entità del patrimonio ereditario complessivo, e dunque anche della quota spettante ai legittimari, si dovrà considerare anche il valore dei beni donati in vita.  

Articoli collegati

Divisione ereditaria
Leggi >
Divisione ereditaria fatta dai coeredi
Leggi >
Divisione Testamentaria (fatta dal testatore)
Leggi >

Come funziona

Scegli quello che ti serve

Scegli il servizio legale che ti serve selezionando l'icona corrispondente e segui le istruzioni per confermare l'invio della richiesta

Ricevi quello che hai chiesto

Ricevi il servizio legale che hai richiesto da parte di un nostro avvocato

Effettua il pagamento

Solo dopo aver ricevuto il servizio legale che hai chiesto effettua il pagamento

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280