HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
COME FUNZIONA
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
FEEDBACK
HELP
COLLABORA
CONVENZIONI
Sai come funziona un immobile?
Fatti consigliare da un legale esperto
Con Avvocato Accanto
la prima consulenza è gratuita
Avvocato Accanto presta assistenza legale nelle tematiche immobiliari che riguardano
Comproprietà di un immobile

Hai problemi nella gestione di un immobile in comproprietà? Puoi ottenere la divisione dell’immobile se non trovi un accordo con gli altri comproprietari. Hai dubbi sui diritti che spettano alla maggioranza dei comproprietari? Come si vende un immobile in comproprietà? Puoi chiedere assistenza per stilare un regolamento che disciplini l’uso dell’ immobile comune o un contratto che consenta la vendita dell’immobile. 
Quando un bene immobile appartiene a più persone si parla di comproprietà. Ogni comproprietario ha un diritto sopra una quota del bene comune che gli attribuisce certi diritto di godimento e facoltà di amministrazione. Capita che i comproprietari non riescano a trovare un accordo su come gestire l’immobile comune. In questi casi, a certe condizioni, è possibile chiedere la divisione del bene, se possibile. In alternativa la messa in vendita.

Compravendita di un immobile

Devi vendere o acquistare un immobile? Non sai che documento hai firmato all’agenzia immobiliare? Adotta tutte le cautele legali e fiscali opportune. Essere preparati é la prima tutela per evitare situazioni spiacevoli. La compravendita di un immobile é un’ operazione molto delicata. 
Con la compravendita di un immobile si trasferisce da venditore ad acquirente la proprietà di un bene. Si tratta di una transazione importante e delicata, sia per il valore che per i molteplici aspetti che devono essere considerati per condurre serenamente questa operazione. È importante verificare con attenzione lo stato del bene e pianificare per tempo tutti i passi necessari per concludere la compravendita.

Locazione di un immobile

Controlla attentamente il contratto di locazione e le sue clausole, per prevenire future contestazioni. La legge spesso fissa dello limiti inderogabili che le parti non possono modificare. Chiedi assistenza su ogni tuo dubbio. 
Il contratto di locazione è lo strumento più utilizzato per concedere in godimento un immobile per un certo tempo. Si può trattare di un’abitazione o di uno spazio commerciale. Sono varie e molteplici le norme di legge che disciplinano questa tipologia di contratti, alcune delle quali non possono essere derogate dalla volontà delle parti.

Sfratto di un immobile

Hai ricevuto un avviso di sfratto? Oppure intendi tornare in possesso del tuo immobile? Gestisci con attenzione questa delicata procedura legale finalizzata alla liberazione di un immobile. Chiedi assistenza su ogni tuo dubbio. 
Lo sfratto è la procedura legale attraverso cui ottenere il rilascio di un immobile in caso di scadenza del termine di locazione o mancato pagamento del canone pattuito.

Scopri come funziona avvocato accanto
Seleziona il servizio che ti serve

Puoi contattare un'avvocato, fissare un appuntamento, fare una domanda gratis o richiedere un preventivo gratuito

Ricevi quello che hai chiesto

Consulenza telefonica, consulenza online, incontro presso uno spazio fisico, revisione documenti preventivo

Paga solo alla fine

Dopo aver ricevuto quello che hai chiesto

Seleziona il servizio che ti serve
Contatta
l'Avvocato
Chiedi una consulenza base di 40 minuti. Riceverai una risposta entro 48 ore. Paghi solo a consulenza avvenuta.
Fissa un
Appuntamento
Ti aspettiamo presso il nostro punto di consulenza di via Arona 15, Milano. Paghi solo a consulenza avvenuta.
Fai una Domanda
Gratuitamente
Un nostro avvocato ti risponderà quanto prima. Il servizio è gratuito.
Vantaggi di Avvocato Accanto

Avvocato Accanto ti consente di gestire senza stress e con comodità le tue questioni legali. Hai accesso ad un avvocato esperto sempre e ovunque tu sia per chiedere consulenza legale ed assistenza quando ti serve

Più Facile

Fai tutto direttamente dal tuo pc, smartphone o tablet! Fissi l'appuntamento, ricevi consulenza legale e molto altro.

Più Trasparente

Conosci subito i costi della tua consulenza legale. Paghi alla fine. Niente sorprese.

Più Veloce

Consulenza legale? Niente code, niente attese. È tutto più veloce.

L'opinione dei nostri clienti è importante
Scopri di più sulle problematiche di un immobile

Immobili in pillole

Un immobile, sia che venga adibito ad abitazione sia che venga destinato ad uso commerciale, oltre ad avere una rilevanza di natura sociale, ha una rilevanza significativa anche di natura patrimoniale e legale.

Il proprietario di un immobile, infatti, è destinatario di diritti e di doveri legalmente rilevanti che si articolano differentemente a seconda delle vicende che coinvolgono questo bene.

Di seguito si indicano alcune delle principali vicende economiche e legali che generalmente interessano un immobile nel corso della sua vita utile.

 

Comproprietà di un immobile

Qualora i proprietari dell’immobile siano più d’uno, si parla di comproprietari (e di comproprietà): in tal caso i profili legali che coinvolgono il bene sono, in linea generale, riconducibili a tutti i comproprietari, di regola in ragione della quota di ciascuno. La quota “misura” l’entità dei diritti e dei doveri sull’immobile in comproprietà che competono al comproprietario.

Atti quali la compravendita dell’immobile oppure la conclusione di contratti di locazione, abitativa o commerciale, richiedono l’accordo dei comproprietari.

Una delle ipotesi più rilevanti in relazione alla comproprietà riguarda la decisione del singolo comproprietario di cedere la propria quota, e dunque, una volta conclusa la cessione, liberarsi della qualità di comproprietario. Le ragioni, come è facile immaginare, possono essere le più disparate.

Qualora il singolo comproprietario intenda cedere la propria quota, egli ha sostanzialmente davanti a sé tre opzioni perseguibili, ovvero:

  1. vendere la propria quota agli altri comproprietari (o ad uno soltanto) ove sussita l’interesse all’acquisto;

  2. vendere, di comune accordo con gli altri comproprietari, I’intero immobile, con successiva liquidazione pro quota del ricavato della vendita;

  3. laddove mancasse l’accordo tra i comproprietari, per una delle due opzioni appena indicate, sarà necessario adire le vie giudiziarie chiedendo al tribunale per ottenere lo scioglimento della comproprietà sopra l’immobile. Questa opzione potrebbe comportare, quale esito, la vendita all’asta dell’immobile. Circostanza che potrebbe comportare un decremento del prezzo di realizzo rispetto al suo valore di mercato.

 

Compravendita di immobile

Una vicenda di primo piano nella vita di un immobile è rappresentata dalla sua compravendita. Mediante il contratto di compravendita il proprietario di un’immobile trasferisce la proprietà del bene al così detto acquirente contro pagamento di un certo prezzo (il prezzo d’acquisto dell’immobile).

Il meccanismo della compravendita dell’immobile si sviluppa, solitamente, in tre fasi distinte:

  1. la fase delle trattative tra le parti;

  1. stipulazione del contratto preliminare di compravendita dell’immobile. Si tratta di un accordo vincolante che impegna le parti a concludere il contratto di trasferimento vero e proprio;

  2. contratto definitivo di compravendita dell’immobile. Di regola perfezionato davanti al notaio con l’osservanza delle prescritte formalità. Si tratta dell’atto che trasferisce definitivamente la proprietà dell’immobile.

E’ molto importante considerare con attenzione ciascuna delle varie fasi appena descritte. Precisi doveri e responsabilità incombono infatti su ciascuna parte. In particolare in tali fasi verranno definite modalità e termini della compravendita, corrispettivo, verifiche da effettuare sull’immobile e garanzie da prestare in caso di presenza di vizi.

Laddove non vengano adottate le opportune cautele la compravendita di un immobile può trasformarsi in un vero e proprio calvario, considerati anche i notevoli valori in gioco

 

Locazione e sfratto

Il contratto di locazione prevede la presenza di due parti, ovvero proprietario e conduttore che assumono rispettive obbligazioni in relazione al utilizzo di un bene immobile.

L’obbligazione principale del proprietario è quella di consegnare l’immobile in buono stato di manutenzione ed idoneo all’uso cui è contrattualmente destinato. Mentre al conduttore spetta, quale obbligazione principale, il pagamento del canone di locazione.

Il contratto di locazione deve essere redatto con estrema attenzione poiché la vicenda locatizia solleva molto spesso contrasti circa la sua interpretazione e l’identificazione delle norme applicabili. Particolare attenzione deve essere riservata alla fase di determinazione del canone, della durata del contratto e delle ipotesi di risoluzione del contratto ulteriori rispetto a quelle consentite dalla legge.

Nella sua fase patologica il rapporto di locazione vede sovente contrapposti gli interessi del proprietario a quelli del conduttore. Qualora il conduttore non corrisponda il canone di locazione oppure, alla data di consegna, non restituisca l’immobile, il proprietario di regola agisce in via giudiziale tramite una procedura legale ad hoc che presiede alla vicenda dello sfratto. Tramite la procedura di sfratto il proprietario mira al recupero materiale del bene immobile. Nella stessa sede il proprietario potrà anche richiedere l’emissione di un decreto ingiuntivo per il pagamento dei canoni non corrisposti.

Approfondimenti sugli immobili
Domande e risposte

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280