HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Quali sono i presupposti e le procedure per l’adozione del maggiorenne?
Famiglia | (29/04/2019)
Come procedere per l'adozione di un maggiorenne, sono di Perú, separata consensualmente del mio marito cittadino italiano, ho una figlia di 20 anni, lui vuole adottarla, come si può procedere in questo caso?
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 29/04/2019

Di seguito una sintetica illustrazione della diciplina di legge posta per la fattispecie di adozione di un maggiorenne.

Un adulto di almeno 35 anni può adottare, a determinate condizioni di seguito specificate, altro soggetto maggiore di età.

Tra l'adottante e l'adottato deve esservi, almeno, una differenza di età di 18 anni.

È esclusa la possibilità di adottare un maggiorenne, se l'adottante sia già genitore di altri figli minorenni.

Se, invece, l'adottante è genitore di figli maggiori di età, è necessario ai fini dell'adozione il consenso di questi ultimi; in mancanza del consenso dei figli maggiorenni, l'aspirante adottante non può procedere con l'adozione. 

Nel caso che ci sottopone, essendo Ella la madre della aspirante adottata, deve esprimere anche il Suo consenso (in particolare, sia come moglie - seppur separata - dell'adottante, sia quale madre naturale dell'adottando).

*****

La procedura si svolge presso il Tribunale del luogo ove ha la residenza il genitore aspirante adottante con ricorso e previa presentazione di tassativa documentazione, ovvero:

- copia integrale dell’atto di nascita

- certificato di residenza 

- certificato di matrimonio o di libero vincoli

- stato di famiglia

- atto notorio relativo alla presenza di figli

****

Il procedimento prevede che tutte le parti coinvolte e interessate siano ascoltate dal Tribunale (udienza di comparizione), al fine di valutare l'opportunità dell'adozione e la sussitenza dei requisiti richiesti dalla legge. 

In tale udienza, ogni parte coinvolta deve esprimere il proprio consenso o dissenso (come detto sopra, ad esempio, i figli maggiorenni del richiedente e/o il coniuge dello stesso e/o i genitori naturali dell'adottando).

La decisione del Tribunale è resa mediante sentenza

È necessaria l'assistenza di un avvocato. 

 

Avvocato Fabrizio Tronca 

 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280