HOME
AREE LEGALI
SERVIZI
DOMANDE E RISPOSTE
SOCI coop
LOGIN
REGISTRATI
RECENSIONI
I NOSTRI PROFESSIONISTI
Figlio maggiorenne. Viene modificato l’assegno di mantenimento?
Famiglia | (17/10/2018)
Buongiorno, mia moglie ed io ci siamo separati nel 2005 con affido esclusivo del figlio a lei;il prossimo anno il ragazzo compirà 18 anni e volevo sapere se cambiava qualcosa riguardo assegno di mantenimento o esclusività dell'affido. Grazie.
Segui l'avvocato e ricevi aggiornamenti quando pubblica nuovi contenuti legali
Grazie per aver iniziato a seguire questo avvocato
Sei già registrato! La tua e.mail risulta già esistente
Si prega di contattare l'amministratore
Risposta del 17/10/2018

Il criterio dell'età del figlio è solo uno, tra gli altri, che concorre a determinare le condizioni di filiazione in capo ai coniugi.

Di fatto, il dato più rilevante nella gestione del rapporto di filiazione è l'aspetto economico, ovvero la capacità del figlio di essere autonomo ed indipendente.

Ove tale voce, pur con il compimento della maggiore età, non fosse modificata rispetto al recente passato e ove non fossero intervenuti ulteriori significative modifiche eonomiche e/o patrimoniali ascrivibili al figlio, non dovrebbe esservi ragione di modificare l'assegno di mantenimento.

Consideri che, invece, nel caso in cui sia cambiata la Sua, di situazione economico/finanziaria, e ad esempio non riuscisse più a sostenere, nella misura fissata, la spesa dovuta per il mantenimento, potrebbe richiedere la modifica delle condizioni di separazione (in  ogni caso riconoscendo un cotnributo a beneficio del figlio).

****

Quanto all'affido, sarebbe opportuno chiarire se Ella faccia concretamente riferimento a questo istituto (ovvero alla potestà genitoriale sul figlio) o alla "mera" collocazione fisica presso l'abitazione della madre: sono due istituti diversi, con conseguenze diverse.

Se trattiamo dell'istituto dell'affido, al compimento della maggiore età cessa la potestà genitoriale e, pertanto, non opera più l'istituto.

Se trattiamo di collocazione presso l'uno o l'altro genitore, invece, al compimento del 18° anno di età il figlio può scegliere presso quale genitore vivere: in tal caso, ad esempio, ove il figlio decidesse di andare a vivere con il genitore che corrispondeva l'assegno di mantenimento, questa obbligazione verrà meno, poichè saranno sostenute quotidianamente le spese ordinarie. 

DOVE CI TROVI

se vuoi incontrarci di persona


Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in via Arona 15 a Milano, presso il punto di consulenza Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.


Avvocato Accanto, Via Arona 15 Milano 20149
tel. 02 3664 4280